Mercoledì, 19 Settembre 2018
MESSINA

Galati, oltre 12 mila euro di danni all'oratorio incendiato

oratorio galati, Messina, Archivio

 Oltre 12 mila euro di danni; rabbia, tanta rabbia e un insopportabile senso di desolazione. Con la luce del giorno i segni del raid incendiario commesso, in piena notte, ai danni dell’area giochi dell’oratorio di Galati Marina emergono con sfacciata evidenza. Uno “scherzo” di cattivo gusto sul quale hanno avviato indagini i carabinieri. Già c’è chi parla di possibili vendette da ricostruire negli ambienti giovanili e chi ipotizza scenari ancor più inquietanti. Ma siamo ancora nel campo delle primissime ipotesi. Quel che è certo è che il rogo divampato nel cortile dell’oratorio dove qualche mese fa era stata inaugurata una tensostruttura adibita ad area svago, ha cancellato tutto. Arredi squagliati, piccole strutture di legno che servivano a tenere gli oggetti, completamente incenerite. Dei gazebo restano solo frammenti di plastica rimasti appesi allo scheletro in ferro. Una buca delle lettere all’i nterno della struttura è rimasta intatta, serviva ai ragazzi di Galati per scrivere le loro domande, consigli sulla fede, sulla religione, la vita. L’o r atorio era diventato un luogo “speciale”, come sottolinea padre Orazio Siani che non ha tanta voglia di parlare. Lui di ragazzi ne ha tolti a decine dalla strada. E forse a qualcuno questo apprezzabile risultato non è piaciuto. Fatto sta che nella notte tra lunedì e ieri ignoti si sono introdotti nel cortile della chiesa della Madonna della Lettera per distruggere tutto. Erano da poco passate le 4 quando alcuni abitanti si sono accorti delle fiamme, svegliati dal fumo e dall’insopportabile odore di plastica bruciata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook