Lunedì, 10 Dicembre 2018
MESSINA

Il centro Itae-Cnr
“vola”nello spazio
con l’energia pulita
dell’idrogeno

cnr-itae, Messina, Archivio

  Dieci milioni investiti in ricerche nell’ultimo anno, quaranta progetti scientifici in corso, novanta tra impiegati e ricercatori (oltre 50), e venti giovani assegnisti arrivati in soli quattro mesi alla luce dell’incremento delle attività. È davvero un fiore all’occhiello per Messina l’Istituto del Cnr di Tecnologie avanzate per l’energia di S. Lucia sopra Contesse, da qualche giorno guidato dal nuovo direttore, l’ing. Salvatore Freni. Quest’ultimo, da 30 anni dipendente del Cnr e dal 2001 dirigente, ha vinto il concorso bandito lo scorso anno e, dopo i sette mesi di reggenza dell’ing. Giovanni Restuccia, ha preso il posto occupato per diciassette anni con dedizione e competenza dall’ing. Gaetano Cacciola, dimessosi nel luglio scorso per porsi, quale assessore dell’amministrazione Accorinti, alla guida di una comunità certo molto meno “scientifica” e senza dubbio nemmeno lontanamente ordinata e operosa come quella dell’istituto della zona sud. Una piccola grande famiglia dove sono evidenti i frutti di un lavoro svolto negli anni da tutti i suoi membri con passione, determinazione, studio, rispetto, tolleranza e orgoglio di appartenenza.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X