Venerdì, 16 Novembre 2018
MESSINA

La Fiera cade a pezzi,
gli enti non si parlano

La cittadella fieristica perde pezzi, piovono calcinacci dai padiglioni pregiati, e a Messina ci si incarta. È il momento, per l’Autorità portuale e il Comune, di condividere un programma per il recupero e la valorizzazione delle aree e delle strutture: le più belle vanno in rovina. Esiste un progetto esecutivo che potrebbe andare velocemente in gara, che fu aggiudicato dall’Authority nel 2007 ed è stato redatto dai professori Lo Curzio, Purini e Thermes: si tratta del restauro conservativo del Portale, del padiglione delle Mostre e delle arti e di quello lungo 230 metri, “a nave”, opere dei maestri del Razionalismo architettonico come il Pantano e il Rovigo. Ieri, però, in Comitato portuale, il presidente dell’Authority, Nino De Simone, ha ribadito all’assessore comunale Filippo Cucinotta la necessità che il programma per la valorizzazione degli edifici e delle aree della Fiera sia condiviso dal Comune, e attende in proposito una risposta dall’Amministrazione Accorinti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X