Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
INAUGURAZIONE

La "Messina"
nello Stretto

messina nave, Messina, Archivio
nave messina

Le rassicurazioni di Rfi, la proposta del sindaco, le proteste dei lavoratori. Contorno di una giornata destinata a rimanere storica. Perché da troppo tempo qui si parlava solo di dismissioni. Oggi, invece, c’è una nuova nave nello Stretto. Ed è comunque una grande notizia. Si chiama Messina, dopo la battaglia vinta dall’associazione ferrovie siciliane e dal comitato che si è battuto per questo. È una nave moderna ed ecologica, che rispetta l’ambiente e accorcia i tempi di attraversamento, che aggiunge qualcosa a un servizio che negli ultimi anni era sempre stato ridotto.

Accanto al comandante c’è il direttore di macchina Pasquale Le Mura. Da lunedi inizieranno ufficialmente la nuova avventura a bordo di questa nave. Che non risolve però tutti i problemi di trasporto nello Stretto. Il sindaco Accorinti che ha ribadito di voler portare avanti il progetto di flotta comunale, ha anche presentato un documento, per chiedere che vengano garantiti i diritti di siciliani e calabresi e in generale di chi passa da una sponda all’altra dello stretto.

Il gruppo Fs e Rfi, intanto, continuano a rassicurare tutti. Il servizio va avanti, il piano di dismissione non c’è. O almeno così sostengono i rappresentanti dell’azienda arrivati in porto per la cerimonia.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X