Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
DALLE SEGRETERIE

Tutte le reazioni della notte del voto

E' il giorno dello spoglio delle Amministrative 2013, dalle quali emergerà il nuovo sindaco di Messina e di altri 34 comuni. Tutti i commenti minuto per minuto dalle segreterie. (ER-EDP-SC)

16.12 Caroniti (assessore designato Garofalo): "Ritengo che Scoglio abbia fatto male a non essere compatto con noi, ma non per questo non lo stimo. Apprezzo molto meno la decisione di Buzzanca di essersi dimesso a fine agosto, vanificando gran parte del lavoro fatto".

16.22 Germanà (Pdl): "Garofalo non ha fatto una campagna elettorale sotto tono, ma molto sobria. Accorinti ha incarnato bene il voto di protesta della città".

17.34 Garofalo (candidato sindaco Pdl): "Il giudizio degli elettori è inappellabile. Loro scelgono il programma più gradito, è evidente che la partecipazione sta aiutando Renato Accorinti". Ancora una battuta: "In qualcuno c'è qualcuno più triste di me, il parlamentare catanese che avrebbe dovuto prendere il mio posto alla Camera".

18.29 Scarcella (assessore designato Garofalo): "Se perdiamo Enzo perdiamo una grande opportunità. Molti non hanno capito l'effetto trascinamento e hanno votato lista ma non sindaco".

18.34 Cinzia, moglia di Enzo Garofalo: "All'inizio non ero d'accordo con la sua scelta di correre per Palazzo Zanca, poi è stato appoggiato da tanti, amici e persone che hanno creduto in lui, anche io mi sono fatta trascinare e prendere dall'entusiasmo. Se non dovesse farcela sarebbe una grande delusione, però vuol dire che è quello che vuole la gente, che si merita".

18.47 Ancora Garofalo (candidato sindaco Pdl): "Il mio impegno per Messina continua da parlamentare. La sconfitta non credo sia legata alla fuoriuscita dal partito dell'area ex An".

18.51 Arriva il commento del governatore Rosario Crocetta al Tgr Sicilia: "Si profila la vittoria al primo turno a Catania, ma anche in tanti comuni siciliani, da Comiso a Sant'Agata di Militello. Ovunque siamo avanti, a Messina, come a Ragusa. Si afferma il Pd, ma anche il Megafono, il che dimostra che siamo complementari. Al di la' delle polemiche. Chi fa polemiche nella coalizione non capisce cosa sta accadendo. E' un fatto che vengono premiati Pd, Megafono e governo la cui azione ha trascinato questo risultato".

18.58 Problemi alla scuola Vann'Anto. Due rappresentanti di lista della Lista “Il Megafono”, vicina al Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, sarebbero stati fermati per un diverbio. Queste le dichiarazioni rilasciate dal coordinatore provinciale, Giuseppe Ardizzone: “Sono stato chiamato dalla Digos per fatti spiacevoli avvenuti a Giostra, ma a fatto già concluso. Non so nel dettaglio cosa sia successo, abbiamo immediatamente revocato la nomina a due rappresentanti di lista”. Ardizzone ha aggiunto sul voto: "Per noi del Megafono il trend è positivo, non ci siamo mai misurati alle amministrative. Il dato ci soddisfa"

19.02 Parola al Pd, Patrizio Marino (coordinatore provinciale): "I dati sono molto positivi per Felice Calabrò, soprattutto nella zona sud, dove i villaggi stanno rispondendo molto bene. Raccolgo una certa rassegnazione nella segreteria di Garofalo, ma ho sentito dichiarazione farneticanti provenire da un ex assessore dell'ex giunta Buzzanca".

19.04 Filippo Panarello (parlamentare regionale Pd): "I dati sono molto positivi, vedremo come si andranno consolidando e chi sarà il nostro concorrente nel caso in cui dovessimo andare al ballottaggio. Per il centrosinistra comunque il consenso è molto ampio. La differenza voto lista-voto sindaco si paga, l'introduzione del voto confermativo non è stata recepita da tutti. Io avevo esplicitato le mie preoccupazioni, anche perché fino a dieci giorni fa le pubblicità sulle tv nazionali pubblicizzavano un sistema diverso da quello siciliano, con la possibilità del trascinamento. Voto disgiunto? Potrebbe esserci, ma secondo me il dato prevalente che pesa di più nello scarto eventuale tra voti di lista e voti al sindaco è il cambio della legge elettorale".

19.57 Ancora una dichiarazione interessante da Garofalo: "Se dovessimo arrivare al ballottaggio, personalmente pensando al cambiamento dovrei pensare ad Accorinti. Certo faccio parte di un partito e quindi ci riuniremo e decideremo".

20.09 Sulla stessa linea d'onda Nanni Ricevuto (presidente della Provincia - Pdl): "Sono d'accordo con Garofalo. Se dovesse vincere Calabrò al primo turno? Se succede non commento e mi sparo", ha detto ironicamente.

20.35 Genovese (parlamentare Pd) : "Ottimo risultato, frutto della straordinaria capacità di un gruppo di lavorare per l’interesse della città. Felice è un ragazzo straordinario, che ha vissuto questa campagna elettorale come un’avventura vera. E’ riuscito a dare un segnale di novità, che era quello di cui la città ha bisogno. Ha dimostrato anche credibilità acquisita in questi anni. Accorinti davanti a Garofalo? Fenomeno singolare, il Pdl evidentemente non riesce a mettere in piedi un’organizzazione elettorale che pare essersi sgretolata. Il voto ad Accorinti va rispettato, il malessere di buona parte dell’elettorato, considerato che il 5 Stelle si sta rivelando inesistente, si è riversato tutto su di lui, un fenomeno tutto messinese. Se Calabrò sarà libero? Ha già dimostrato di esserlo, io sarò al primo a non intromettermi nella maniera più assoluta, sempre se riuscirà a vincere al primo turno, altrimenti rinvieremo tutto al ballottaggio».

20.45 Accorinti fa visita al comitato di Garofalo. Stretta di mano e parole di rispetto tra i due. "Sono qui per salutare Enzo, è una persona che stimo e ho sempre rispettato". Replica Garofalo: "Rispetto Renato perché è una persona genuina. Sono più le cose che ci uniscono che quelle che ci dividono".

21.30 Alessandro Tinaglia, candidato sindaco di Reset: "Il nostro progetto è ha disposizione della città e non dei partiti. Faremo le nostre analisi, reciteremo i nostri mea culpa, perchè è chiaro che degli errori sono stati commessi".

22.08 Parla Felice Calabrò: "Attendiamo con scaramanzia. L'ottimo lavoro è stato fatto dal sottoscritto, ma anche dalla squadra che mi ha affiancato in questi 50 giorni. Credevo che le cinque liste di Garofalo potessero sopperire alla forbice. La gente ha voluto cambiare, come dimostrato dal voto dato a Renato e a me. Il M5S, invece, sembrerebbe non pervenuto ed il suo voto intercettato da Accorinti. Non è pensabile che a sette ore dall’inizio dello spoglio ancora non si abbiano dati definitivi rispetto alle elezioni. Presidenti e scrutatori dovrebbero forse essere preparati meglio in vista di un voto amministrativo sempre più delicato.
La visita di Accorinti alla segreteria di Garofalo non mi preoccupa: il mio interesse in un eventuale ballottaggio coincide con la volontà di confermare quanto avvenuto e rafforzarlo. Il mio obiettivo è l’interesse della città di Messina e chiunque condivida con me questo obiettivo vedrà certamente incrociare la sua strada con la mia.  Non ho dati che mi permettano di parlare con cognizione di causa e quindi non vorrei sbilanciarmi rispetto al rapporto tra il voto delle liste e quello del candidato sindaco. Mi sorprende che nonostante una sostanziale impreparazione rispetto alle modalità di voto, il risultato del candidato sindaco sia stato così significativo. Probabilmente se avessimo spiegato meglio come votare, adesso saremmo qui a brindare".

23.15 Crocetta fa visita al comitato di Calabrò. Queste le sue prime parole: ""Messina sta cambiando, Messina sta scegliendo un giovane, un Sindaco nuovo. Calabrò valorizzerà questa città e lo farà al meglio".

00.08 Gianfranco Scoglio commenta il risultato elettorale: "Desidero ringraziare quanto hanno creduto in me ed anche quelli che no lo hanno fatto.A questi ultimi dico che concederò' altre occasioni".

00.19 Giuseppe Grioli, sconfitto alle primarie ma al fianco di Calabrò con la lista "La Farfalla": "C'è grande apprensione ma bisogna aspettare. E' un grande risulato per Felice e per tutta la coalizione. Se andrà bene tutta la città dovrà collaborare al progetto. Credo che nonostante tutto la coalizione sia andata bene. Al momento la nostra lista è al 3% ma abbiamo comunque dato il nostro contributo. Credo che Renato rappresenti una parte bella della città e sono certo che Felice collaborerà con lui. Il crollo del Pdl è frutto di quanto avvenuto in questi mesi, hanno fatto una campagna elettorale non convincente".

00.34 Maria Cristina Saija, candidata sindaco M5S: "Il risultato comunque sancisce che il movimento va avanti, all'eventuale ballottaggio non daremo indicazioni, i nostri elettori saranno liberi di scegliere.

00.36 Il comitato di Renato Accorinti diffonde la seguente comunicazione: "La Prefettura ci comunica che si stanno ricontando diverse sezioni perchè molti presidenti hanno applicato il trascinamento (lista/sindaco). Ricordiamo che Calabrò è sostenuto da 8 liste".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X