Mercoledì, 12 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
PERICOLO

Cumia e S.Agata
due torrenti
ad alto rischio

torrente cumia, torrente s.agata, Messina, Archivio
torrente bordonaro

Non sono i rifiuti, che comunque andrebbero asportati, ma soprattutto la grande quantità di materiale di vario genere e la folta vegetazione a creare intoppo al deflusso delle acque piovane nel torrente Cumia. Una situazione che i consiglieri   Santi Interdonato, Claudio Cardile ed Antonino Sciutteri denunciano da tempo. Nei giorni scorsi sono riusciti a chiamare sul posto tecnici del genio civile e a seguito di questa ricognizione, la sezione assetto del territorio ha scritto a Comune e provincia in merito agli interventi da effettuare per evitare intoppi nel deflusso delle acque piovane.  “affinché si intraprendano per tempo le iniziative necessarie e non più procrastinabili volte alla salvaguardia della pubblica e privata incolumità…” si legge testualmente nella nota trasmessa ai due enti. A ridosso di questo corso d’acqua insistono numerose abitazioni, molte delle quali raggiungibili solo attraversandolo mediante una passerella realizzata tempo addietro dal Comune che congiunge il caseggiato con l’unica strada comunale carrabile sulla sponda opposta. I detriti alluvionali mai rimossi per mancanza di manutenzione, stanno raggiungendo l’altezza della passerella, mentre  gli argini del torrente necessitano di un intervento di consolidamento. I consiglieri Interdonato, Cardile e Sciutteri sottolineano inoltre, in una nota diffusa stamani, come tardi a dare risultati in fase operativa, il   protocollo d’intesa istituzionale sottoscritto qualche settimana fa tra i vari Enti Territoriali, che avrebbe dovuto dare il via libera all’impiego dei mezzi dell’Ente di sviluppo agricolo nell’ambito degli interventi riguardanti proprio gli alvei torrentizi.

Problemi anche nel torrente Sant’Agata, Quando piove assume le caratteristiche di un nastro trasportarore, portando a valle di tutto e di più, ha scritto Marcello Puglisi, un abitante della zona, in un documento inviato al comune e al prefetto. Stamattina il comandante della Polizia Municipale Ferlisi ha inviato gli agenti del nucleo decoro con in testa il commissario Santagati.  La situazione è estremamente delicata, nella parte alta il greto si trasforma in un piccolo cunicolo che rischia di otturarsi facilmente. Una rapida occhiata nella parte bassa lascia invece qualche preoccupazioni sulla via consolare Pompea che passa propria sopra il torrente. Le travi non sono esattamente in buone condizioni. Ma il vero problema è che qui, quando piove, diventa impossibile muoversi per gli abitanti della zona. Abitanti che chiedono adesso maggiori controlli sul torrente e su ciò che qui viene scaricato. Pochi metri più in là c’è un altro tunnel, molto più stretto. Era un rifugio antiaereo, una volta, poi è diventato un semplice sottopasso. Oggi è chiuso, sommerso di rifiuti e di terra.  Anche qui bisognerebbe intervenire. Anche qui, quando piove, la situazione diventa estremamente delicata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X