Giovedì, 13 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Restano ai domiciliari
i due studenti
del liceo Archimede

liceo archimede, Messina, Archivio

 Restano ai domiciliari (per loro si chiama “permanenza in casa”) i due studenti del Liceo scientifico Archimede accusati di abusi sessuali nei confronti di una compagna di classe. Il collegio del riesame del Tribunale per i minorenni presieduto dal giudice Marcello D’Amico, dopo aver esaminato gli atti della delicata vicenda, ha ritenuto sussistenti i motivi che hanno portato alla misura cautelare della permanenza in casa dei due sedicenni, a seguito della denuncia della ragazza per ripetuti episodi di molestie avvenuti anche all’interno della classe, durante i passaggi d’ora o nei momenti in cui era assente l’insegnante. Scrivono infatti i giudici che «sussistono altresì le esigenze cautelari già evidenziate dall’ordinanza applicativa della misura custodiale che si ravvisano nelle modalità delle condotte delittuose che si sono ripetute nel tempo ».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X