Sabato, 19 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
ANNO GIUDIZIARIO

"Ridurre la domanda
di giustizia"

anno giudiziario, messina, Messina, Archivio
tribunale generico giustizia

"Bisogna ridurre in maniera drastica la domanda di giustizia". Lo ha detto il primo presidente della Corte d'Appello Niccolò Fazio nella sua relazione in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario nel distretto di Messina. 

"L'amministrazione della giustizia - ha detto Fazio - nel distretto segna più perdite che profitti per colpa di un sistema obsoleto che non riesce a mettersi al passo con i tempi, a soddisfare le esigenze della collettività, la quale reclama, tanto nel settore penale che in quello civile, risposte immediate e di pronto effetto per risolvere la crisi". "Occorre trovare - ha detto ancora Fazio - il coraggio di ridurre i gradi del giudizio, perché, solo alleggerendo la zavorra, ci salveremo dal naufragio. Certo non con la soppressione di alcuni tribunali e delle sezioni distaccate, che compromette in territori marginali il sacrosanto principio della giustizia di prossimità a fronte di un risibile recupero di personale giudiziario e amministrativo". Davanti al Palazzo di giustizia di Messina si è svolta una protesta di una ventina di sindaci di comuni della zona ionica che chiedono che non venga soppresso il tribunale di Taormina.

"Tutti gli uffici del distretto - ha aggiunto Fazio - versano in una situazione di grave disagio per l'esiguità degli organici magistratuali, particolarmente evidente nel Tribunale di Messina". "Non solo non è stato proposto dal Ministero l'ampliamento della pianta organica del Tribunale di Messina - aggiunge -, ma addirittura si prospetta la sua consistente riduzione. La situazione distrettuale, sé intollerabile, di minorata giustizia e di grave attentato ai diritti di cittadinanza". "Non va meglio - prosegue Fazio - negli altri tribunali del distretto, dove il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto perderà tra poco due unità mentre l'organico del tribunale di Patti è carente di due giudici e fino alla soppressione non garantisce il funzionamento nemmeno il Tribunale di Mistretta, a causa del pensionamento di un magistrato e della protratta, persistente assenza di un altro per maternità". "La Procura della Repubblica di Messina - conclude Fazio - lamenta una scopertura nell'organico del 10%, destinata a raddoppiare a causa dei trasferimenti in corso. Presso le Procure di Barcellona Pozzo di Gotto e di Patti mancano rispettivamente un sostituto su cinque in organico e uno su quattro. La Procura di Mistretta è priva del dirigente e solo da qualche mese conta sulla presenza del sostituto".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X