Mercoledì, 26 Settembre 2018
MISTRETTA

Spazzati via
150 anni di giustizia

mistretta, palazzo giustizia, Messina, Archivio
palazzo giustizia mistretta

Un’istituzione che va via per un decreto «assurdo», «insensato» così l’hanno definito quanti si sono erti a paladini perché il tribunale di Mistretta continuasse a svolgere quel ruolo di legalità legato ad un territorio dalle «profonde radici mafiose» anche se col tempo il contrasto alla criminalità, alla mafia dei pascoli imperante a cavallo degli Anni 60, è stato quasi debellato. La chiusura di Mistretta porterà tragiche conseguenze per un territorio vastissimo: sono 8 i comuni del comprensorio che ne subiranno le conseguenze. Un hinterland sempre più impoverito e umiliato da una classe politica assente. Non sono servite a nulla le azioni di protesta che hanno visto la determinazione e la tenacia delle amministrazioni comunali del territorio e dell’Ordine forense cittadino. Dai consigli comunali «aperti» agli incontri romani sino ad arrivare all’ultima ed eclatante manifestazione di popolo cheha sancito in modo secco «il tribunale non si tocca».
È mancato, in tutta questa vicenda,
un interlocutore valido, capace
di ascoltare e recepire le sacrosante
esigenze di un territorio
che così facendo diventerà sempre
più periferia. Alcune volte le carte
geografiche non servono. Da Termini
Imerese sino a Patti e addentrandoci
nell’entroterra dell’isola,
sino ad arrivare ad Enna, il vuoto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X