Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Messina, al fotofinish il "Pagghiaru" 2023. Primo Luciano Vinci, poi Anthony Allia

Messina, al fotofinish il "Pagghiaru" 2023. Primo Luciano Vinci, poi Anthony Allia

Bordonaro ha ripreso a vivere uno dei momenti più significativi: “U Pagghiaru”,   tornato oggi pomeriggio dopo il lungo stop per la pandemia. Una conclusione mozzafiato con la vittoria che è stata decretata al fotofinish e dopo un'attenta analisi dell'arrivo. Primo Luciano Vinci (Foto), secondo Antony Allia. Al terzo posto si è piazzato Francesco Currò. Circa 6000 persone presenti, tra le quali anche il sindaco Federico Basile e l'asessore alla protezione civile Massimiliano Minutoli

Una manifestazione particolarmente sentita dagli abitanti della vallata, che unisce sacro e profano, che consiste nell’assalto di un albero della cuccagna, quale segno di prosperità per l’anno nuovo. Per organizzare U Pagghiaru, insieme alla parrocchia Santa Maria delle Grazie con il consiglio pastorale e il comitato “Madre Teresa di Calcutta, è stato indispensabile il sostegno della comunità oltre naturalmente a quello dei volontari. L'assalto è stato preceduto dai tradizionali canti e balli popolari.

I partecipanti all'assalto

Salvatore Ardizzone, Francesco Currò,  Giuseppe Interdonato, Antony Allia,  Tindaro Marciano, Luciano Oteri,  Gianluca Gugliandolo e Luciano Vinci

La tradizione

“U Pagghiaru” è una delle tradizioni più antiche della città. La sua origine risale all’11° secolo, introdotto dai Padri Basiliani che portarono dall’Armenia l’uso di festeggiare il giorno del Battesimo del Signore con riti solenni celebrati sotto un grande albero a forma di capanna.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook