Venerdì, 30 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Musica

Home Foto Musica Messina si riprende i grandi eventi: al S. Filippo Vasco Rossi, Tiziano Ferro e Mengoni

Messina si riprende i grandi eventi: al S. Filippo Vasco Rossi, Tiziano Ferro e Mengoni

di

Lo aveva promesso ed è stato di parola: «Farò di tutto per far tornare i grandi eventi musicali allo stadio San Filippo». E così l’assessore comunale Francesco Gallo – sostenuto dal sindaco De Luca – con un colpo di spugna, ha cancellato la scellerata scelta del suo predecessore di chiudere le porte agli organizzatori nazionali dei grandi artisti italiani, con la scusa del bando di gara per l’affidamento dello stadio svelatasi alla lunga in tutta la sua inconsistenza.

Manca ancora l’ufficialità, che arriverà solo quando i cantanti inseriranno le date nei loro tour e metteranno i biglietti in vendita, probabilmente nelle prossime settimane, ma gli accordi sono già firmati, tanto che ieri sull’albo pretorio è apparsa la delibera.

Gli eventi già in programma

Tre gli eventi sino a ora contemplati: il ritorno per la quinta volta di Vasco Rossi previsto nell’estate 2022 (17 giugno con eventuale replica 18 giugno), quindi Tiziano Ferro per l’anno 2023 (4 luglio 2023) e Marco Mengoni (22 luglio 2023). I tre concerti saranno organizzati da “Musica da bere” del promoter Carmelo Costa, l’agenzia catanese. Non ci sarà invece “Ultimo” che per visto lo stand-by dei mesi scorsi per il bando del San Filippo ha deciso di confermare la doppia data di Catania per l’estate 2022.

Ma Gallo è al lavoro anche per altri eventi

Potrebbero essere annunciati nei prossimi mesi. «Abbiamo l’accordo con gli organizzatori nazionali e con i promoter siciliani con cui abbiamo ricucito i rapporti in questi mesi – conferma Gallo – ma dobbiamo aspettare il via libera dei cantanti, che devono inserire le loro date nei tour e gradire il periodo. Ma è chiaro che il più è fatto».

L’assessore comunale racconta anche i passaggi temporali che hanno portato a quest’accordo: «Con il sindaco ci siamo detti da subito che dovevamo provare a riallacciare i rapporti con gli organizzatori nazionali che per 14 anni hanno dato fiducia a Messina e al nostro impianto, chiaramente anche per un fatto di convenienza visto che si tratta di una struttura con una capienza ideale e baricentrica rispetto a Calabria e Sicilia.

E così è stato, con il sindaco che ha insistito con convinzione: lasciatemi ringraziare anche Lello Manfredi, l’organizzatore messinese che in questi anni è stato tra i protagonisti dei grandi eventi, che mi ha fatto da tramite e ha creato le condizioni perché i dialogo con i promoter siciliani si potesse riaprire. Oggi siamo felici di questa opportunità».

E sono in cantiere quelle iniziative che verranno testate già quest’anno con il cartellone estivo di Villa Dante. Con biglietti degli spettacoli affidati agli albergatori, in un’ottica di sinergia che può portare alla città di Messina solo ricchezza, come dimostrato negli anni passati con strutture alberghiere stracolme nei giorni dei concerti.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook