Martedì, 29 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca E' messinese il pilota coinvolto nell'incidente mortale di Misano: Marco Sciutteri, è gravissimo

E' messinese il pilota coinvolto nell'incidente mortale di Misano: Marco Sciutteri, è gravissimo

Sono giorni di apprensione per gli amanti del motociclismo. Anche in riva allo Stretto. Domenica scorsa infatti in un tragico incidente sul circuito di Misano (Rimini) - durante il secondo giro della gara di moto classe 600 Pro, Trofeo Italiano Amatori, inserita nel programma della Coppa Italia di motociclismo velocità - è morto un giovane pilota romano di 27 anni Federico Esposto. Un altro, Marco Sciutteri, è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato in elicottero, in gravi condizioni, all'ospedale di Cesena. Proprio Sciutteri che vive ormai da anni a Bologna è nato a Messina, dove sono tanti gli amici che ha lasciato e che adesso pregano per lui. Le sue condizioni sono ancora gravi. Sciutteri, poliziotto a Bologna, si era anche candidato alle recenti Amministrative a Messina come consigliere di Quartiere.

La Procura di Rimini ha aperto un’inchiesta (contro ignoti) per accertare la dinamica dell’incidenteL’inchiesta mira anche ad accertare se ci siano responsabilità altrui. I rilievi, dopo l’incidente, sono stati eseguiti dai carabinieri di Riccione coordinati dalla pm Annadomenica Gallucci. Sono stati sequestrati i mezzi coinvolti. Il sostituto procuratore ha visionato il filmato della gara e del momento esatto dell'incidente mortale. Stando alle indagini e alle testimonianze, in primis del direttore di gara, non vi sarebbero state infrazioni regolamentari da parte dei tre piloti coinvolti, ma una serie di incidenti e investimenti a catena. Il primo a cadere a terra dopo una curva sarebbe stato proprio Sciutteri investito da Esposto, rimanendo a terra al margine della pista. Esposto, dopo aver investito il messinese è caduto al centro pista ma è stato investito in corsa dalla moto n.77, condotta da Massimiliano Fenu, 30 anni di Padova. Troppo gravi le ferite riportate.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook