Venerdì, 30 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Fase 2, al Comune di Messina la protesta di barbieri ed estetisti ancora chiusi

Fase 2, al Comune di Messina la protesta di barbieri ed estetisti ancora chiusi

Questa mattina a Palazzo Zanca c'è stata la manifestazione di parrucchieri, estetisti e barbieri, ancora bloccati nelle loro attività, che sono stati ricevuti dal sindaco Cateno De Luca e dall'assessore Dafne Musolino.

"Ho ricevuto questa mattina una rappresentanza degli operatori dei servizi alla persona che sono stati tagliati fuori dall’elenco dei servizi che possono essere svolti già dall’11 marzo 2020 - dichiara De Luca - Si tratta di Parrucchieri, Estetisti, Barbieri, titolari di saloni di bellezza e lavoratori del settore che oggi mi hanno voluto manifestare tutta la loro difficoltà per un settore che è stato letteralmente stralciato dalle varie disposizioni dei DPCM e del quale non si conosce ancora né quando né come apriranno".

"Gli operatori che oggi ho ricevuto e che si sono rigorosamente attenuti alle disposizioni sulla sospensione dell’attività, hanno anche lamentato il problema della concorrenza sleale perpetrata da chi, in questi due mesi, sta eseguendo servizi a domicilio, prestando un’attività abusiva che al momento non è consentita".

   

 

"Su tale aspetto - conclude il Primo cittadino - come abbiamo fatto anche per gli altri settori, effettueremo i controlli e sanzioneremo i comportamenti illeciti. Sul fronte economico ho anticipato agli operatori le misure di sostegno economico che il Comune di Messina intende adottare anche per queste attività. Saranno discusse e incluse in un documento ufficiale che presenteremo domani pomeriggio, congiuntamente alle associazioni di categoria e i rappresentanti del settore produttive".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook