Domenica, 01 Agosto 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società A Messina si torna a votare ma il 32 maggio: cronaca semiseria sull'anno appena arrivato
UN PO' DI IRONIA

A Messina si torna a votare ma il 32 maggio: cronaca semiseria sull'anno appena arrivato

di
calcio, comune di messina, risanamento, Cateno De Luca, Dafne Musolino, Messina, Sicilia, Società
Il simbolo di Messina: il forte San Salvatore e la Madonnina

Cronache semiserie (anzi solo semi) dell'anno appena arrivato.

Gennaio

Nel comizio di piazza Duomo De Luca annuncia la data delle nuove elezioni: si voterà o il 32 maggio o il 31 giugno. In subbuglio partiti e schieramenti. Ma la città conserva la sua apparente normalità. L'assessore Scattareggia vince l'assalto al “Pagghiaru” e viene riconfermato in Giunta. Puntata speciale di “Chi l'ha visto”: si parla del caso dell'assessore Trimarchi. Il Centrosinistra chiama a raccolta tutti i falegnami rimasti in città: bisogna mobilitarsi in vista dei tavoli di confronto ai quali sono invitati a sedersi tutti coloro che non stanno con De Luca. Ma il P litiga con la D e il Pd si spacca, i 5Stelle vengono declassati a B&B, ribaltone anche in ArticoloUno che diventa UnArticolo. L'agguerrita Lega salviniana candida a sindaco Dino Bramanti, purché almeno una volta faccia la faccia truce e dica qualcosa contro i migranti.

Febbraio

Da settimane non ci sono più autobus e tram in città. Il trasporto pubblico è stato sostituito da un nuovo originale sistema (in attesa dell'inaugurazione del tram volante, prevista per il prossimo 31 settembre) fondato sul risciò sharing, sugli asinelli sharing e su una forma ibrida di sharing pubblico-privato che utilizza le liane della giungla spartitraffico di viale della Libertà.

Marzo

Grande evento culturale a Messina: si celebrano le Idi di Marzo. Ma il vescovo ausiliare mons. Di Pietro si rifiuta di benedirle: «Mi chiamo Cesare, non si sa mai», spiega al microfono di Rtp. Intanto, la trasmissione “Chi l'ha visto” dedica un'altra puntata al caso dell'assessore Trimarchi che sta appassionando tutta l'Italia. De Luca comincia il suo tour elettorale. Ecco la giornata tipo: alle 9 è ad Altolia, alle 9,05 a Molino, alle 9,15 a Torre Faro, alle 9,45 inaugura la macelleria di via Vattelapesca, alle 10 inaugura la pescheria di via Vattelacarne, alle 10,05 incontra il gruppo di consiglieri responsabili, alle 10,07 il gruppo dei responsabili non consiglieri, alle 10,10 il gruppo degli irresponsabili. Alle 10,30 prima diretta Fb. Alle 11 inaugurazione del “risciò scharing”. Alle 11,15 compleanno di nonna Peppina. Alle 11,27 incontro con il ministro Giuseppe Nappa a Roma. Alle 13 pranzo istituzionale con il consigliere Salvatore Sorbello. Dalle 14 alle 20 comizi nei pianerottoli di tutti i condomini dove vige il porta a porta. Alle 20,30 partecipazione alla trasmissione “Chi l'ha visto” sul caso Trimarchi.

Aprile

Annunciata la clamorosa fusione tra Acr e Fc Messina: nasce il Faccr Messina con l'investimento di capitali esteri. Si parla di uno sceicco, di un magnate americano, di un fondo giamaicano e di un artista di strada del Bangladesh. Il Centrosinistra indice le primarie per la scelta del candidato sindaco: Antonio Saitta fugge in Groenlandia per non essere contattato.

Maggio

È il mese decisivo: De Luca sfida i suoi avversari. La campagna elettorale si fa infuocata, alla fine Bramanti rompe con Salvini e la Lega candida Alì Abdullah del Mali; alle primarie del Centrosinistra vince a sorpresa l'assessore Trimarchi reduce dalle fatiche di “Chi l'ha visto”. De Luca grida al tradimento. È il giorno del voto ma ci si accorge che il 32 maggio non esiste nel calendario. È tutto da rifare.

Giugno

Su iniziativa dell'associazione dei giovani fuori sede si lancia una nuova campagna in tutto il Paese per frenare la fuga dei giovani e per ripopolare la città dello Stretto: “adotta il messinese che è in te”. La prima famiglia a rispondere all'appello è di uno scalpellino della Val Brembana, che però non aveva la più pallida idea di dove fosse Messina. Il rettore dell'Ateneo peloritano conferma il boom di iscrizioni all'Università ma nello stesso tempo taglia cinquanta corsi di laurea. Irrompe un nuovo colosso nella navigazione tra le due sponde dello Stretto a far da concorrenza alla Caronte&Tourist: è la Zattera&Tir...ourist. L'ammiraglia della flotta è il traghetto Cariddi recuperato dalle acque della Rada.

Luglio

De Luca stringe nuovi accordi con il Consiglio: non si parla più di elezioni. Consegnate le prime mille case ai mille nuovi baraccati che nel frattempo avevano occupato le mille abitazioni lasciate libere dai mille nuclei familiari inseriti nella graduatoria degli aventi diritto alla possibilità di far parte del successivo elenco dei mille baraccati. «Risolveremo il problema del risanamento entro il prossimo 31 settembre», è l'annuncio di A.Ris.Me.

Agosto

De Luca trionfante dichiara: mai vista tanta gente a una processione, tutti sono accorsi perché finalmente c'è un sindaco che sa amministrare la città. Qualcuno prova timidamente a ricordargli che la Vara esiste da prima del 2018...

Settembre-Dicembre

È l'autunno più veloce della storia. Il meteorologo Mussillo annuncia l'arrivo del generale Inverno alla guida della Brigata Aosta. Su 50 giorni di scuola, scatta per 48 volte l'allerta rossa. Blitz del sindaco e dell'assessore Musolino: chiusi tutti i locali che iniziano con la C, la G e la Z. Grandi preparativi per fine anno: nel concertone a piazza Duomo ci saranno Jack lo zampognaro, Ciccino u truvatellu e il gruppo folk-punk-hard-rock “I Buckazzari”. E siamo già nell'anno nuovo Ma nessuno sa dire che caz... è successo a Messina nel 2020...

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook