Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
RICERCA

Da Messina a Praga, Giuseppe e la Scienza come filo conduttore della vita

di
giuseppe cassone, messina praga, ricercatore scienza, Messina, Sicilia, Società
Il ricercatore messinese Giuseppe Cassone

L'interesse del giovane messinese Giuseppe Cassone per la Scienza maturò a 13 anni quando per le vacanze il ragazzino adolescente andava dai nonni materni, ai piedi del monte dove sorge Erice: «Lì la sabbia non esiste, tutto è roccia e il fondale marino è ricolmo di alghe e altra vegetazione. A differenza del resto dei miei familiari non amavo granché quel contesto floreale marino e, per la prima estate in vita mia, preferì restare a casa. Curiosando tra alcuni vecchi libri, mi sono imbattuto in un volume divulgativo di Margherita Hack, “L'Universo alle soglie del duemila”, e iniziai a leggerlo con la fame di chi non aspettava altro. Così annotai tutta una serie di dati interessanti sul nostro sistema solare, sui corpi celesti, sui buchi neri e quant'altro».

La curiosità crebbe con voracità e con il rientro a casa, a Spadafora, un tuffo in nuove letture: Einstein, Poincaré, Eulero, fino a quando nacque la consapevolezza che la Fisica poteva diventare il suo pane quotidiano: «L'ho capito durante il periodo di tesi per la laurea magistrale quando il prof. Paolo Giaquinta dell'Università di Messina mi propose di andare a Parigi, alla Sorbona, da un suo ex allievo messinese e adesso vicepreside della Facoltà di Fisica: il prof. Antonino Marco Saitta. Al tempo stesso, iniziai a collaborare a stretto contatto con l'Ipcf-Cnr di Messina e con il dott. Franz Saija che, da quel momento, resta uno dei miei più stretti collaboratori. Dopo quell'esperienza, ho avuto la fortuna di perseguire un dottorato in co-tutela tra l'Università di Messina e la Sorbona di Parigi e, al tempo stesso, di essere associato all'Ipcf-Cnr di Messina».

Il ricercatore messinese, attualmente all'Istituto di Biofisica dell'Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca, si è distinto per aver collaborato anche con l'Osservatorio Astronomico di Palermo e con il dottor Cesare Cecchi-Pestellini, per una pubblicazione scientifica riguardante le origini della vita nell'Universo, pubblicata sulla prestigiosa rivista “The Astrophysical Journal Letters”.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Messina in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook