Domenica, 16 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Dopo il voto è già crisi politica a Spadafora, lasciano due assessori e due esperti

di
amministrazioni locali, comune di spadafora, crisi, Giuseppe Cannuli, Piero Campagna, Pippo Di Mento, Rosalba Gangemi, Tania Venuto, Tindaro Centorrino, Messina, Sicilia, Politica
Tania Venuto - Spadafora

È già crisi politica a Spadafora, a poco meno di un mese dal voto che ha consegnato il Comune a Tania Venuto. La designazione del vicesindaco nella figura di Tindaro Centorrino non è infatti andata giù ad un assessore e due esperti a titolo gratuito, i quali ieri hanno indirizzato una dura nota alla Venuto rassegnando le proprie dimissioni.

Ad uscire dalla compagine di governo, scrive la Gazzetta del Sud in edicola, è quindi l'assessore già designato nella corsa elettorale Giuseppe Cannuli, 53 anni, con deleghe ad Arredo urbano, Rapporti con le frazioni, Edilizia e Servizi cimiteriali; gli esperti Piero Campagna, 55 anni, cui sono state assegnate le materie di Vigilanza urbana, e Rosalba Gangemi, 46 anni, con competenze in materie di Sport. Rimane in Consiglio, ma si dissocia dalle prime scelte del neosindaco Venuto, il consigliere Pippo Di Mento, 53 anni, il quale ha raccolto ben 261 preferenze nella compagine uscita vincitrice per soli 37 voti.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook