Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Cultura “Su il Sipario” alla Sala Laudamo, quando l'arte e la medicina diventano binomio imprescindibile

“Su il Sipario” alla Sala Laudamo, quando l'arte e la medicina diventano binomio imprescindibile

L’Ente Teatro di Messina, nella persone del presidente Orazio Miloro, l’IRCCS Neurolesi ed il Policlinico Universitario, con il patrocinio del Comune di Messina e della Fondazione Bonino-Pulejo, presenteranno oggi, alle ore 18, presso la “Sala Laudamo” del teatro Vittorio Emanuele, lo spettacolo “Su il Sipario”.
La manifestazione, intesa soprattutto una festa natalizia, sarà un momento di ritrovo concepito per coniugare momenti di svago e di riflessione sulle nuove opportunità terapeutiche che alla riabilitazione “convenzionale”, associano attività ad impronta sociale, culturale, ricreativa.
La serata, totalmente gratuita, con la direzione artistica di Sebastiano Pietrini e la conduzione sul palco di Antonio Vadalà, vedrà in scena “Lumìe”, spettacolo di circo contemporaneo, musica, canto di Francesco Mirabile; le musiche di “Sud Cantica”, compagnia di musica popolare ed i balli della scuola di danza “ACDS Alice”, di Alice Corrao; non mancheranno momenti più intimi con il “Monologo sull’Ironia” di Filippo Vullo ed altro.
L’evento “Su il Sipario” si inserisce all’interno del “Progetto OFF”, un’idea ambiziosa rivolta a persone con malattia di parkinson ed alle loro famiglie, che sfruttando l’arte nelle sue molteplici declinazioni (teatro, danza, ballo, canto, arti grafiche, culinarie), si pone come obiettivo la creazione di una rete di attività che possano contribuire ad elevare gli standard degli attuali processi di cura, portando il percorso riabilitativo al di fuori degli Istituti e del contesto ospedaliero. Un approccio innovativo che può consentire una migliore integrazione relazionale e la riappropriazione, da parte dei soggetti con patologia, di spazi sociali, culturali, familiari spesso smarriti dopo la diagnosi; una strada cioè che li porti ad uscire dalla ristretta dimensione di “malati” per tornare ad essere semplicemente e pienamente “persone”.
Nel novembre scorso è stata celebrata in tutta Italia la Giornata Nazionale della malattia di Parkinson, patologia neurologica degenerativa che conta più di 350mila persone affette, con proiezione di dati, purtroppo, in aumento. La diagnosi precoce, l’approccio multidisciplinare, l’assistenza “inclusiva” al paziente possono, in molti casi, ridurre significativamente l’impatto della malattia sulla qualità di vita di chi ne soffre. È importante quindi che sul territorio ci siano punti di riferimento qualificati nella cura e diagnosi per dare risposte mirate ed efficaci alle esigenze dei pazienti. Date queste premesse, la Città di Messina e la sua Provincia vantano equipe multi specialistiche, sia all’IRCCS “Bonino Pulejo”, sia al Policlinico Universitario, dedicate alla diagnosi ed al trattamento della Malattia di Parkinson ed i Disordini del Movimento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook