Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Regione Siciliana, 3,7 milioni per passerella a Cannes. Esplode la polemica. Schifani chiede chiarimenti
L'AFFONDO

Regione Siciliana, 3,7 milioni per passerella a Cannes. Esplode la polemica. Schifani chiede chiarimenti

Messina, Cronaca
Una delle foto della mostra dello scorso anno

La Regione siciliana, attraverso l'assessorato al Turismo retto da Francesco Scarpinato (Fdi), ha deciso di finanziare, in continuità con il predecessore Manlio Messina, per il secondo anno consecutivo "Sicily, Women and Cinema": lo scrive il quotidiano "La Sicilia", evidenziando come l'assessorato, attraverso una delibera firmata lo scorso 30 dicembre dal dirigente ad interim Franco Fazio e dal responsabile del servizio Film Commission Nicola Tarantino, abbia aumentato dai 2,2 della scorsa edizione a oltre 3,7 i milioni messi a disposizione della Absolute Blue, società con sede a Lussemburgo incaricata ("senza bando", si legge) di organizzare la passerella siciliana del 2023 sulla Croisette a Cannes. Sollevati dubbi sui costi vivi dell’operazione, sulla società lussemburghese, definita "poco capitalizzata, dunque di fatto un veicolo giuridico costituito in Lussemburgo per gestire attività finanziarie, non di produzione di servizi" e sull'amministratore delegato, Patrick Nassogne, a capo di Absolute Blue dal 2009, ma di cui "non si ha nessuna notizia pubblica".

Schifani chiede chiarimenti

Con riferimento all'iniziativa "Sicily, Women and Cinema" - appresa da un articolo pubblicato oggi da un quotidiano siciliano - il presidente della Regione Renato Schifani ha inviato una lettera all'assessore regionale del Turismo, Sport e Spettacolo Francesco Scarpinato, con la quale invita «a fornire tutti i dettagli con la documentazione degli atti rispetto alle determinazioni assunte».

Il Pd all'attacco

C’è davvero bisogno di spendere 3,7 milioni di euro per allestire una mostra fotografica della Regione Siciliana al festival cinematografico di Cannes? Prima di versare un solo euro chiediamo che vengano chiariti tutti gli aspetti di questa procedura ad iniziare dalle motivazioni che hanno portato a prevedere una somma così alta, ed ai motivi che avrebbero portato ad affidare l’organizzazione dell’evento con procedura negoziata e dunque senza bando pubblico alla "Absolute Blue", società del Lussemburgo che risulterebbe avere appena quattro dipendenti”. Lo dice Michele Catanzaro, capogruppo del Pd all’Ars, che ha presentato una interrogazione parlamentare rivolta all’assessore regionale al Turismo Francesco Scarpinato in merito all’organizzazione della mostra fotografica “Sicily, women and cinema”.

“Premesso che comprendiamo l’importanza di promuovere il "brand Sicilia" in eventi internazionali - dice Catanzaro – in questo caso sorge più di un dubbio: 3 milioni e 700 mila euro è una cifra che appare davvero spropositata per una singola mostra, seppur nell’ambito di un appuntamento prestigioso come il festival di Cannes. Alcune voci di spesa inoltre saltano agli occhi: sarebbero previsti infatti oltre 311 mila euro per lo shooting fotografico da realizzare in Sicilia, 2 milioni e 700 mila per l'affitto di ‘Casa Sicilia’ e lo svolgimento di ‘vari eventi a Cannes’, 227 mila euro per ‘spese d’agenzia’. Ed ancora 920 mila euro per ‘affitto salone e decorazione’, 306 mila per i pannelli pubblicitari, 511 mila per ‘animazioni e conferenza stampa’, 790 mila per la manodopera, ed infine 30 mila per le spese relative agli ‘ospiti della Regione’ che andranno a Cannes”.

Nell’interrogazione, presentata dal capogruppo Michele Catanzaro e firmata da tutti i parlamentari regionali del gruppo Pd all’Ars, si chiede di sapere “se non si ritiene di dovere rivedere l’importo complessivo destinato all’evento ed utilizzare le risorse residue per altre iniziative”; “se si ritiene congrua la spesa prevista in ogni singola voce rispetto ai risultati attesi”; “quale sia l’impatto economico previsto per il territorio regionale dall’organizzazione del citato evento e quale sia stato l’impatto dell’edizione che si è svolta nel 2022”; “le ragioni per le quali non siano state coinvolte aziende siciliane”; “se l’azienda del Lussemburgo alla quale sarebbe stato affidato l’evento sia considerata solida e meritevole di ricevere contributi pubblici”; “chi siano ‘gli ospiti della Regione’ per i quali si prevedono 30 mila euro per i costi di partecipazione”.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook