Domenica, 05 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, l’incidente mortale sul viadotto Ritiro: il pm chiede l’archiviazione per la Toto
LA REQUISITORIA

Messina, l’incidente mortale sul viadotto Ritiro: il pm chiede l’archiviazione per la Toto

L’inchiesta della Procura è ad una svolta

È la svolta nell’inchiesta sulla morte di Salvatore Ada, l’operaio 55enne deceduto lo scorso 12 ottobre nell’incidente avvenuto al magazzino di stoccaggio dei cantieri del viadotto Ritiro. Che in un certo senso si divide in due rispetto ai quattro indagati iniziali per omicidio colposo su cui aveva svolto i primi accertamenti il pm Francesco Lo Gerfo, ovvero Paolo Toto, rappresentante della società che ha in affidamento i lavori, la stessa società appaltatrice, la Toto Costruzioni Generali spa con sede a Chieti, l’ingegnere Dan Alpern e il geometra Natale Bommara, rispettivamente direttore e responsabile del cantiere.
Il pm Lo Gerfo ha infatti depositato una richiesta di archiviazione all’ufficio gip per l’imprenditore Paolo Toto e la società Toto Costruzioni Generali spa, che sono assistiti rispettivamente dagli avvocati Carlo Morace e Caterina Trunfio, poiché evidentemente non ritiene che siano emersi profili di responsabilità penali a carico sia del titolare che della ditta. C’è quindi da presumere che l’inchiesta vada invece avanti per gli altri due indagati, Alpern e Bommara.
In questa vicenda sono parti offese i familiari del povero Ada, che sono rappresentati dagli avvocati Filippo Mangiapane, Vincenzina Colaci e Carmelo Mostaccio.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook