Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, il caro bollette fa male al Comune. A “Palazzo” il conto raddoppia
IL SALASSO

Messina, il caro bollette fa male al Comune. A “Palazzo” il conto raddoppia

di

Tutta Italia, forse tutta Europa si lamenta di quanto sia cresciuta la bolletta di luce e gas e il Comune di Messina non è da meno.
L’extra budget necessario per poter coprire l’impennata registrata dalla scorsa primavera si misura in milioni di euro. Per ora Palazzo Zanca può far fronte all’aumento mostruoso, ma per quanto tempo potrà continuare a farlo?
È quello che ci si domanda negli uffici del Comune in queste settimane e che, con ogni probabilità, si domanda anche il sindaco che di conti è esperto e tra poco dovrà varare il nuovo bilancio di previsione dell’ente. Basterebbero le due bollette che pubblichiamo a corredo di questo articolo per capire la gravità della situazione. Sono le fatture per l’energia elettrica utilizzata solo dall’edificio di Palazzo Zanca.
Solo questa grande struttura, l’anno scorso pagò nel mese di luglio una bolletta Enel da 22.214,85 euro per avere 64.000 kw ora consumati. Qualche giorno fa è arrivata la fattura del luglio di quest’anno. Dodici mesi dopo, con un consumo presso che identico, il conto è di 67.235,17. Tre volte in più rispetto all’anno prima, per avere lo stesso utilizzo. Un salasso!
Su base annuale, il consumo previsto per il solo Municipio è di 855.000 kw ora, contro i 772.000 dell’anno scorso, cioè il 10% in più ma con una bolletta che, continua a crescere anche del doppio e del triplo.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Messina 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook