Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Duello Fc-Comune di Messina sullo “Scoglio”. Il Tar rinvia ancora richiedendo atti
CASO STADIO

Duello Fc-Comune di Messina sullo “Scoglio”. Il Tar rinvia ancora richiedendo atti

di
Prossimo step il 20 ottobre. Sollecitata la domanda di affidamento e i verbali di gara. Serve lo statuto del club e la visura riportante il codice Ateco

Nuovo rinvio nel contenzioso tra Fc Messina e Comune per l’affidamento pluriennale dello stadio “Franco Scoglio”. Il Tar Sicilia, sezione seconda staccata di Catania, ha fissato il prosieguo dell’udienza al prossimo 20 ottobre.

Il Tribunale Amministrativo ha ritenuto necessario, ai fini della decisione, che il Comune integri ulteriori incartamenti. Nello specifico copia della domanda di partecipazione alla procedura aperta per l’affidamento della concessione in gestione dell’impianto di San Filippo presentata dalla società ricorrente, verbali della Commissione di gara afferenti l’ammissione della società alla procedura, infine la visura della Camera di Commercio inerente il club ricorrente riportante il codice Ateco delle attività dallo stesso esercitate. Alla società, che come si ricorderà nel corso della corrente stagione sportiva è stata esclusa anticipatamente dal campionato di Serie D a cui era iscritta per la mancata presentazione a due gare, è stato sollecitato il deposito del proprio statuto. Per tutti questi adempimenti è stato concesso un termine di trenta giorni dal 28 marzo, che dunque scadrà oggi.

Come si ricorderà, l’Fc si era appellato alla determinazione del 24 giugno 2021 con la quale è stata disposta la non aggiudicazione della gara ma anche contro al provvedimento con cui è stata affidata al prof. Francesco Vermiglio la funzione di consulente del Rup ai fini di una relazione sui provvedimenti impugnati e alla nota dell’ing. Antonino Amato, firmata quale dirigente dell’Amministrazione e come presidente della Commissione di gara, inviata al Rup dopo avere comunicato la proposta di aggiudicazione invitandolo a “sottoporre il piano economico finanziario a una verifica aggiuntiva da parte di un soggetto terzo esperto in materia che confermasse la validità del piano”. Inoltre contro la determina del 14 giugno per l’affidamento alla Messina Servizi di impianti sportivi non oggetto di concessione a terzi, tra i quali il “Franco Scoglio”.

Il Tar aveva precedentemente rigettato il 15 settembre 2021 la sospensiva urgente richiesta dall'Fc, mentre a gennaio aveva rinviato a marzo l'analisi nel merito del ricorso per l'integrazione della delibera Figc sulla decadenza dell’affiliazione del club dopo la rinuncia alla Serie D. Il Comune è rappresentato e difeso dall’avvocato Antonio Merlo, l’esperto Vermiglio invece dai legali di Antonio Saitta e Paolo Vermiglio (Salvatore De Francesco, rup, non è costituito in giudizio), l’Fc sostenuto da Enrica Maria Ghia.

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook