Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Capodanno, feriti lievi per i botti: due a Messina e uno a Sant'Agata Militello
TRA BOTTI E DIVIETI

Capodanno, feriti lievi per i botti: due a Messina e uno a Sant'Agata Militello

Sono tre i feriti per lo scoppio dei botti della notte di Capodanno a Messina e provincia. I divieti non hanno fermato i festeggiamenti con petardi e fuochi d’artificio per salutare il nuovo anno.

A Sant'Agata Militello un uomo di 52 anni è rimasto ferito alla mano sinistra a causa dei botti. In città invece sono due i feriti, un uomo di 40 anni e un giovane di 25 anni, tutti hanno riportato conseguenze non gravi. La notte appena trascorsa è stata abbastanza tranquilla in città con pochi interventi dei vigili del fuoco. Nonostante i divieti, a seguito di una ordinanza sindacale che anche a Messina vietava botti e petardi per i festeggiamenti di capodanno, allo scoccare della mezzanotte sono stati esplosi fuochi di artificio, petardi e accese fiaccole per salutare il nuovo anno.

Nella serata di ieri si è verificato un grave episodio a Fondo Fucile dove, mentre i vigili del fuoco erano impegnati insieme agli operatori di Messinaservizi ad eliminare una delle cataste di legna preparate per i falò di mezzanotte, alcune persone hanno lanciato pietre e petardi contro di loro per impedire di far rimuovere le cataste. Una pietra ha colpito alla mano al comandante della polizia metropolitana Daniele Lo Presti. Solidarietà al comandante è stata espressa dal sindaco di Messina Cateno De Luca che sui social ha condannato l’episodio: «perchè a Fondo Fucile deve vincere la delinquenza?».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook