Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Il Ponte sullo Stretto di Messina e il silenzio assordante
IL CASO

Il Ponte sullo Stretto di Messina e il silenzio assordante

di
Una cappa di piombo stesa dal Governo nazionale. Salini: “Fateci fare il Ponte”. Anche sui porti nessuna risposta: i miliardi destinati a Genova e Trieste rafforzano un sistema che esclude per sempre la Sicilia

«Dei dieci ponti più grandi del mondo ne abbiamo costruiti tre, abbiamo realizzato oltre mille chilometri di ponti. Siamo titolati a parlarne più di chi ha giocato col Lego da bambino e ora dice la sua. Fare un’infrastruttura che collega 5,5 milioni di persone, come hanno fatto in Danimarca, sarebbe una vetrina per il Paese, della sua grande capacità di fare». Ancora una volta l’amministratore delegato di Webuild, Pietro Salini, lancia la pietra nello stagno della politica nazionale. Webuild, il colosso italiano delle Costruzioni, la holding che sta accaparrandosi, in tutt’Italia e in tutto il mondo (dall’Australia agli Usa), appalti miliardari, continua a dirsi pronta a riavviare immediatamente le procedure della progettazione definitiva e a cominciare a costruire il Ponte sullo Stretto. «La vergogna – ripete Salini – sarebbe buttare a mare denaro e decenni di studi».

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook