Martedì, 11 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, forzato il portone di ingresso di Forte Ogliastri
COMUNE

Messina, forzato il portone di ingresso di Forte Ogliastri

Forzato il portone di ingresso di Forte Ogliastri, a Messina. Ricevuta la segnalazione della sala operativa della polizia municipale, l’assessore Enzo Caruso, con delega alla Valorizzazione delle Fortificazioni, ha avvisato l’ufficio “Pronto Intervento” del Comune coordinato dal geometra Marco Mancuso, che si è attivato per la riparazione.

Durante l’intervento, alla presenza dell’assessore Caruso e del presidente della V Municipalità Ivan Cutè, è stata così rinforzata la chiusura e, in settimana, si provvederà alla sistemazione della cancellata di ingresso al fossato.

Poco prima dell’emergenza, nell’ambito del progetto di valorizzazione dell’intero sistema fortificato, Caruso aveva già programmato con “Messina Servizi Bene Comune” la scerbatura delle aree di pertinenza del Forte e concordato con l’Assessore Minutoli un piano di intervento per la messa in sicurezza dai cinghiali che si aggirano in prossimità della struttura.

“Quanto prima – ha assicurato l’assessore – il Forte tornerà ad essere fruibile alla collettività e già si pensa ad una soluzione di cogestione per la manutenzione, la sorveglianza e l’organizzazione di attività culturali”.

Restaurato nel 2002 dall’amministrazione Buzzanca, quando era assessore Gianfranco Scoglio, con i fondi del Piano Urban, insieme a S. Maria Alemanna ed al primo lotto dell’Istituto Marino, Forte Ogliastri rappresentò al momento dell’inaugurazione un splendido esempio di restauro conservativo e, per anni, accolse eventi culturali, musicali e teatrali organizzati in collaborazione con il Quartiere, il Conservatorio Corelli, la Parrocchia di S. Matteo e gli Istituti Marconi, Antonello e Basile.

Oggi versa in condizioni pietose e necessita di interventi importanti relativamente agli spazi esterni, con particolare riferimento al parco Giochi e all’anfiteatro con gradinate in legno, totalmente distrutte.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook