Sabato, 31 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'equipe del Centro cardiochirurgia pediatrica di Taormina salva un bimbo in Libia
L'INTERVENTO

L'equipe del Centro cardiochirurgia pediatrica di Taormina salva un bimbo in Libia

di

A pochi giorni dall'avvenuto rientro in Italia dell'equipe medica del Centro di Cardiochirurgia Pediatrica di Taormina, arriva una felice notizia che riguarda uno dei bambini operati durante la recente missione in Libia.

«Yahiya, un bambino di di appena 40 giorni, ce l'ha fatta - spiega il primario del Ccpm Taormina, il dott. Sasha Agati -. La vita ha vinto su tutto, con l'aiuto e per volontà di Dio e degli uomini. Quando noi medici italiani siamo arrivati in Libia, il bambino era ricoverato in grave scompenso cardiaco presso un'altra struttura di Bengasi».

«Appena 40 giorni di vita ma già in un momento troppo avanzato per curare la sua malattia. Venutosi a sapere della presenza del team internazionale, il caso è stato presentato all'equipe italiana che, verificata la disponibilità del materiale necessario, ha deciso di intervenire chirurgicamente».

L'articolo completo nell'edizione odierna di Messina della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook