Sabato, 30 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Dall'odissea in mare a una vita piena d'altruismo, Messina dà l'ultimo saluto a Peter
AVEVA 22 ANNI

Dall'odissea in mare a una vita piena d'altruismo, Messina dà l'ultimo saluto a Peter

di
migranti, Peter Osahon, Messina, Sicilia, Cronaca
Peter Osahon

Storie di disagio e speranza, di dolore e amicizia, storie di vita oltre la vita, quelle che non vorremmo mai leggere o ascoltare ma che, nonostante tutto, fanno bene al cuore.

Peter Osahon era un giovane nigeriano 22enne, giunto a Messina due anni fa a bordo di un barcone alla ricerca di un lavoro dignitoso che gli consentisse di sfamare la moglie e i tre figlioletti rimasti in Africa. Inizialmente ospitato all'ex hotel Liberty, da luglio 2019 era stato accolto a Casa Ahmed e, malgrado il suo carattere introverso, era subito diventato “uno di famiglia”.

Peter è morto giovedì scorso, all'ospedale di Milazzo, a causa di una grave insufficienza multiorgano; ieri mattina, la comunità messinese gli ha dato l'ultimo saluto nella chiesa di Sant' Elia, la rettoria per la pastorale delle migrazioni guidata dal diacono Santino Tornesi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook