Sabato, 30 Maggio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scaletta Zanclea, il mare in tempesta insabbia di nuovo la foce dei torrenti
LITORALE JONICO

Scaletta Zanclea, il mare in tempesta insabbia di nuovo la foce dei torrenti

di

Le mareggiate che il mese scorso hanno flagellato il litorale jonico hanno insabbiato, per l'ennesima volta, la foce del Divieto e del Racinazzi, i due torrenti di Scaletta Marina tristemente noti per avere, durante l'alluvione dell'ottobre 2009, provocato devastazioni e lutti.

I violenti colpi di mare, pur non avendo arrecato danni al patrimonio edilizio del Comune di Scaletta Zanclea, hanno però inondato i vicoli che sboccano sull'arenile ed hanno trascinato fin sotto le campate dei ponti, sui quali scorrono la linea ferrata Messina Catania e la Statale 114, una montagna di sabbia e detriti, materiale che, oltre ad innalzare l'alveo dei due torrenti, ha ristretto anche la luce delle campate dei due manufatti che erano state ampliate in seguito all'evento calamitoso del 2009.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Messina della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook