Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INDAGINE

Messina, abusi sulla nipote: lo zio respinge le accuse

di
9 anni, abusi sessuali, messina, giuseppe irrera, piero luccisano, Salvatore Mastroeni, Messina, Sicilia, Cronaca
Il carcere di Gazzi

«Nessun abuso». Il trentenne rinchiuso in carcere per la vicenda delle violenze sessuali sulla nipotina, che adesso ha 15 anni, ha contestato le accuse mosse dalla Procura e contenute nell’ordinanza di custodia cautelare eseguita nei giorni scorsi dalla Squadra mobile della Questura di Messina.

Accompagnato dai suoi difensori, gli avvocati Giuseppe Irrera e Dario Cocivera, l’uomo ha risposto alle domande del gip Salvatore Mastroeni, ma ha ricostruito i fatti diversamente da quelli venuti a galla. Sostanzialmente, nel corso dell’interrogatorio di garanzia durato circa mezz’ora, ha riferito che a puntare l’indice nei suoi confronti è stata la nonna materna della ragazzina, che spinta da forti rancori familiari ha deciso di sporgere denuncia.

Anche il trentottenne fratello dell’arrestato e padre della ragazzina, che avrebbe picchiato la stessa vittima (ma che è indagato per analoghe condotte ai danni della moglie), non si è sottratto al confronto col giudice. Difeso dall’avvocato Piero Luccisano, anch’egli ha respinto gli addebiti.

Leggi l'articolo completo su Gazzetta del Sud - edizione Messina in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook