Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Nino Di Matteo
cittadino messinese

nino di matteo, Messina, Archivio

Domani, alle  10.30, nel Quartiere Fieristico di Messina, il sindaco Renato Accorinti, la presidente del Consiglio comunale Emilia Barrile, insieme alla Giunta municipale e ai consiglieri, conferiranno la cittadinanza onoraria al magistrato Nino Di Matteo, condannato a morte dalla mafia. Nato a Palermo nel 1961, è entrato in magistratura nel 1991 come sostituto procuratore presso la DDA di Caltanissetta. Divenuto pubblico ministero a Palermo nel 1999, ha iniziato ad indagare sulle stragi di mafia in cui sono stati uccisi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e gli agenti delle rispettive scorte, oltre che sugli omicidi di Rocco Chinnici ed Antonino Saetta. Alla cerimonia di domani prenderanno parte anche alcuni familiari delle vittime di mafia, magistrati e giornalisti ed esponenti del movimento antimafia. Prevista la presenza dei presidenti della  Regione Sicilia Rosario Crocetta e dell'ARS, Giovanni Ardizzone e dei sindaci, di Roma Ignazio Marino; di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà; di Villa San Giovanni, Rocco La Valle; di Lampedusa, Giusy Nicolini; di Livorno, Filippo Nogarin, e di Palermo, Leoluca Orlando

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X