Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Porto Tremestieri
lavori ultimati ma
la sabbia resta

L’unico dato certo è che da 73 giorni l’approdo a sud e totalmente chiuso e che i tir transitano giorno e notte dal cuore della città. La storia incredibile di questo bacino si arricchisce di un altro capitolo, inedito se vogliamo. Dopo l’ultimo insabbiamento, ai primi di novembre, si è stabilito di asportare i circa 25 mila metri cubi di materiale, parte via terra, con i mezzi del comune, e parte via mare con una speciale imbarcazione di una ditta che si è aggiudicata l’appalto da 200 mila euro. Al termine di quest’ultima operazione, giovedì scorso,  La Dragaggi, prelevati i 20 mila metri cubi come da contratto, ha comunicato all’Autorità portuale che all’interno del bacino ne restano ancora circa 15 mila. E allora stop alle opere in attesa di nuove direttive che, secondo le regole, passano da una nuova autorizzazione da parte dell’assessorato all’ambiente e territorio. L’impresa, da 4 giorni mantiene il pontone a Tremestieri, il che non può non comportare dei costi. La Dragaggi deve ricevere l’incarico ufficiale per poter proseguire  le opere, mentre l’ok dalla regione riguarda le modalità di deposito della sabbia una volta prelevata dalle invasature.  La prima parte è stata depositata a pochi metri di distanza dal litorale di Galati ed anche qui sono sorte delle incomprensioni che però pare siano rientrate. E sempre nell’attesa di questa ennesima autorizzazione, diventa difficile stabilire, da parte della capitaneria di Porto, se è il caso o meno di concedere un’autorizzazione parziale per l’apertura di una delle due invasature. Il comandante Antonino Samiani è al momento restio a pronunciarsi per un provvedimento che poi richiederebbe un dietrofront nel caso in cui ripartissero i lavori che richiederebbero un nuovo stop alla navigazione. Ma l’esigenza di una apertura, quantomeno temporanea, potrebbe essere motivata dalla disputa del derby dello Stretto in programma al S. Filippo. Una delle ipotesi più accreditate, nell’ambito delle misure di sicurezza da adottare per il trasferimento dei tifosi della Reggina allo stadio messinese, è quella di farli giungere direttamente al porto di Tremestieri per poi effettuare con i bus il breve tragitto fino all’impianto. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X