Giovedì, 20 Settembre 2018
MESSINA

Prorogata la graduatoria per i 32 vigili urbani

vigili urbani, Messina, Archivio

 «È una carta importante che stiamo giocando. E non è l’ultima, comunque». Il vicesindaco Guido Signorino conferma che un minuto prima della mezzanotte la delibera di proroga della graduatoria relativa ai 32 vigili urbani è stata approvata dalla giunta riunitasi in seduta straordinaria, proprio per esitare l’atto prima della scadenza del termine fissato al 22 dicembre 2014. Non è un provvedimento che può determinare l’automatica assunzione dei 32 vincitori del concorso a tempo determinato nell’organico della polizia municipale. È un tentativo, da parte della giunta, di aprire uno spiraglio che, fra qualche settimana, potrebbe anche diventare una porta spalancata alla speranza. Signorino si dice prudentemente fiducioso: «La proroga della graduatoria è sottoposta a condizione risolutiva di validazione della delibera da parte del Ministero. Noi, con l’atto esitato in giunta, adesso chiederemo l’immediata convocazione a Roma per un’audizione davanti alla competente Commissione ministeriale. Riteniamo che le norme in materia siano abbastanza contraddittorie e che vi siano sentenze, come quella della Corte dei Conti della Lombardia, che ci confortano. Hanno sicuramente pesato sulla vicenda i pareri dei revisori dei conti e del ragioniere generale. Ma, a nostro avviso, non è stato valutato appieno il fatto le risorse con le quali si dovrebbe procedere all’assunzione dei 32 vigili urbani, grazie ai fondi Ecopass, siano aggiuntive e, dunque, tali da andare oltre al tetto fissato dalla legge per le spese del personale degli enti locali. Il motivo economico, che è alla base del diniego del Ministero, non è fondato. Siamo convinti di poterlo dimostrare, così come abbiamo fatto con il piano del fabbisogno triennale del personale e con lo storico via libera alla stabilizzazione dei 290 precari del Comune». A chi attacca l’amministrazione, criticandola per «la chiara superficialità nel gestire tutta la vicenda» (parole dei consiglieri Cucinotta e Gioveni), il vicesindaco replica duramente: «Evidentemente ci sfuggono le soluzioni proposte da questi scienziati del diritto. Abbiamo fatto tutto il possibile e lo stiamo facendo per non lasciare in mezzo alla strada queste 32 persone». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook