Mercoledì, 19 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
EXPLOIT

Isole ecologiche meglio
di quella pedonale

isole ecologiche, Messina, Archivio

Se si può discutere sul gradimento dell’isola pedonale del centro, quelle ecologiche, in queste ultime settimane, stanno facendo registrare un notevole afflusso di messinesi.  Da quando si è sparsa voce che attraverso i rifiuti differenziabili si può risparmiare sulla tassa che, sotto il nome di Tares, è aumentata in notevole misura, in tanti hanno deciso di collaborare. Carta, vetro e plastica, quindi vengono portati nelle isole ecologiche dove ancora non tutto funziona come dovrebbe, ma dove il carico di pattume da riciclo è aumentato in maniera esponenziale. Denaro che ogni singolo cittadino può risparmiare sulla bolletta salata, e denaro che la città, può risparmiare sia ricavando dalle società che trattato un determinato tipo di rifiuto, sia alleggerendo il carico da conferire quotidianamente in discarica. Ci voleva quindi, il riscontro economico per smuovere le coscienze di quanti fino a poco tempo fa, nel cassonetto dei rifiuti buttavano di tutto.

L’isola di Gravitelli una delle più frequentate tra le sei sparse sul territorio cittadino. In vista però di un afflusso che si può ipotizzare ancora maggiore per il futuro, qualche accorgimento andrebbe apportato, soprattutto avvalendosi della tecnologia 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X