Venerdì, 16 Novembre 2018
EMERGENZA TRAFFICO

Ferlisi chiede
nuova ordinanza

I motivi per cui era scattata l’ordinanza di protezione civile, con cui si dichiarava l’emergenza ambientale causata dall’ingombrante e ultradecennale passaggio dei tir in città, esistono tuttora. Anzi oggi ci sono ancora più problemi da affrontare come quello dell’esiguità del numero dei vigili urbani in organico. Non bastano certo i 32 agenti a tempo determinato, che dovrebbero prendere servizio non appena arriveranno i fondi stanziati dalla recente finanziaria – spiega il comandante del corpo Calogero Ferlisi: dal 2008 ad oggi ne sono andati in pensione 70. Il capo della polizia municipale rinnova la richiesta affinché il comune e la regione insistano con il governo nazionale perchè venga firmata una nuova ordinanza (l’ultima è scaduta a settembre dell’anno scorso) e vengano quindi destinate a Messina le somme necessarie per progettare soluzioni definitive per liberare la città dai tir. Questa mattina al comandante sono state consegnate le prime 540 firme raccolte  dal comitato La nostra città per la petizione destinata all’autorità portuale  in cui si chiede principalmente la chiusura definitiva della rada San Francesco. La consegna è avvenuta oggi, anche se la raccolta continua, in vista della riunione di domani nella sede dell’Autorità  durante la quale  si dovrebbero  decidere i punti cardine di un nuovo bando per la concessione degli approdi in attesa che venga realizzato il porto di Tremestieri. Per Saro Visicaro, presidente  del comitato, San Francesco va chiuso subito in modo da rendere improcrastinabile l’avvio dei lavori per il completamenti  del porto a Sud dove dovrebbe essere realizzata l’area di stoccaggio dei tir. Ferlisi si è impegnato a farsi portavoce  dei cittadini.
                               

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X