Martedì, 25 Settembre 2018
EMERGENZA

Acquedotto Messina,
guasto al "Fiumefreddo",
città a secco

Messina torna a fare i conti con l’emergenza idrica. Dalla tarda mattinata l’acqua comincia a scarseggiare ed in molte zone della città e completamente scomparsa dai rubinetti. Il motivo è sempre il solito. Il maltempo delle ultime ore ha danneggiato la condotta del Fiumefreddo a S.Alessio a monte della fiumara Agrò che costeggia la strada provinciale. Sotto il peso del terrapieno, appesantito dalla pioggia, la condotta si è letteralmente spaccata in più punti. Sul posto già dal primo pomeriggio sono al lavoro i tecnici dell’Amam e gli operai della ditta incaricata dall’azienda di eseguire i lavori. Ma il guasto, come spesso avviene in questi casi, si è verificato in una zona impervia, difficile da raggiungere e ormai completamente circondata da fango e detriti. Complicato anche per gli operai lavorare in queste condizioni tanto più che l’escavatore non è potuto arrivare fin nel punto in cui si è verificato il danno. Adesso bisognerà saldare le tubature ed evitare di alleggerire troppo  il terreno per impedire che si verifichino delle frane che aggraverebbero la situazione. L’ingegner Luigi La Rosa,  direttore generale dell’Amam, sta seguendo passo dopo passo l’evolversi della situazione.  Al momento –ha detto- è difficile fare previsioni sui tempi d’intervento e si ritorno alla normalità per quanto riguarda l’erogazione dell’acqua. Gli operai lavoreranno tutta la notte e, nella migliore delle ipotesi, l’acqua potrà tornare a sgorgare dai rubinetti solo domani in tarda mattinata. Ma sono solo previsioni. La situazioni è in piena evoluzione e le cattive condizioni del tempo  potrebbero anche rendere più difficile il lavoro di tecnici ed operai.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X