Lunedì, 21 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
PALAZZO ZANCA

Rischio default,
ecco il buco
del contenzioso

palazzo zanca, Messina, Archivio
croce e trotta

Delle cifre si continuerà a parlare per settimane, forse per mesi. I debiti ammontano a 80 milioni o a 240? Forse entrambe le versioni hanno un fondo di verità. Perché ha ragione il ragioniere generale Nando Coglitore quando sostiene che allo stato attuale i debiti certificati, ovvero quelli sicuri, ammontano a 60 milioni di euro, ma al contempo non hanno torto i tre esperti del commissario straordinario Luigi Croce quando evidenziano che allo stato attuale ci sono anche tantissimi altri debiti latenti,
ovvero non certificati ma sicuramente esistenti. Ci vengono in mente, ad esempio, quelli dell’Atm che non sono ancora a carico di Palazzo Zanca solo e soltanto perché i bilanci di anni non sono stati approvati dal Consiglio Comunale. Ma è chiaro che del buco dell’Atm qualcuno dovrà prima o poi rispondere. E chi se non il Comune, socio unico? E sono tante le situazioni similari a quella dell’Atm. Si arriverà ai 240 milioni annunciati dal commissario Croce? Difficile dirlo oggi, ma è probabile che ci si avvicini molto, nella speranza di non andare oltre.

I dettagli nell'articolo che trovate nel nostro giornale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X