Lunedì, 18 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
INTERROGAZIONE AL GOVERNO

Il Centro Nato in Parlamento

arsenale, centro nato, Messina, Archivio
centro nato

La creazione del “Centro di eccellenza Nato” all’Arsenale di Messina continua a spaccare il fronte politico e civile locale. La questione, però, ha ormai superato i confini dello Stretto “sbarcando” alla Camera dei Deputati. Il deputato di “Noi Sud”, Americo Porfidia, ha infatti presentato un’interrogazione ai vari ministri competenti sull’opportunità di far insediare nella zona Falcata i cantieri per la demilitarizzazione di unità navali della Nato. «Stiamo parlando di smaltimento di prodotti chimici e idrocarburi , agenti inquinanti e cancerogeni, rifiuti tossici e speciali – ha scritto il parlamentare membro della commissione Difesa della Camera –. Dato il particolare tipo di naviglio in questione, è presumibile che vi sarà da smaltire e accumulare un grande quantitativo di amianto, ma al momento non è dato sapere dove verrà stoccato questo pericolosissimo materiale, che tanta morte e sofferenza ha già provocato in Italia e nel mondo».
Almeno per il primo anno arriveranno
a Messina navi già
bonificate, considerando che
gli attuali impianti non hanno a
disposizione tutti gli strumenti
necessari. Entro la prossima
estate, però, il progetto che prevede
un investimento da 25-30
milioni dovrebbe entrare pienamente
a regime.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X