Venerdì, 24 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Video Sport Messina, riapre lo stadio Franco Scoglio: via libera dalla commissione prefettizia

Messina, riapre lo stadio Franco Scoglio: via libera dalla commissione prefettizia

Lo stadio Franco Scoglio è finalmente a norma, può ospitare le partite di C e domenica prossima il Messina riceverà nel proprio impianto la Virtus Francavilla.

A certificarne l'agibilità è stata la commissione prefettizia del pubblico spettacolo presieduta dal vicario Patrizia Adorno.
E' stata una mattinata piuttosto impegnativa, prima la riunione al palazzo del Governo con tutti i soggetti al tavolo direttamente interessati alla questione, per il Messina presente il direttore generale Pietro Lo Monaco, poi il sopralluogo allo stadio dove sono stati verificati i lavori effettuati dal comune per un importo complessivo di 500.000 € che hanno riguardato più aspetti, il problema principale della sorveglianza dell'impianto era già stato superato la scorsa settimana dagli specialisti della Megasystem, la saletta G.O.S è ritornata indietro nel tempo di quattro anni, saranno 30 le telecamere che vigileranno all'interno ed all'esterno del Franco Scoglio, nei prossimi giorni sarà sistemata anche la postazione dedicata alle TV rimasta ancora senza copertura, ma i tecnici del comune conta di trovare una soluzione che non pregiudichi le riprese in caso di maltempo.

Il grosso dunque è stato fatto e questi ultimi giorni che ci separano dal match del "Franco Scoglio" serviranno sopratutto per le operazioni di pulizia che per un impianto cosí grande non sono semplicissime da completare. Con un imponente scerbatura lo stadio è apparso addirittura ringiovanito, soddisfatti i tecnici comunali ed anche l'assessore ai lavori pubblici Salvatore Mondello e quello allo sport Francesco Gallo.

Per il momento si giocherà con una capienza ridotta per via della zona gialla, ma quando tornerà quella bianca lo stadio avrà un numero adeguato di posti per la categoria che il Messina sta giocando con l'auspicio che i presenti possano essere sempre più numerosi dopo anni di vacche magre.

Lo stadio è, quindi, agibile con il via libera di oggi che è stato dato a seguito del lavoro svolto dal Comune di Messina che nelle precedenti sedute dell’Organo di vigilanza ha assicurato il massimo impegno per garantire la sicurezza all’interno dell’impianto, adempiendo a quanto disposto dalla Commissione e finanziando i lavori.

La Commissione, presieduta dal viceprefetto vicario Patrizia Adorno e composta da Maurizio Lento, vicequestore dirigente P.A.S.I., dall’ingegner Ambrogio Ponterio del comando provinciale dei vigili del fuoco, dall’ingegner Giuseppe Sangiorgio per il Genio Civile, dall’ingegner Guido Donato Mozer dell’Ordine degli Ingegneri, da Emilio Santoro dell’ASP Messina 5 e dall’ingegner Carla Grazioli per l’INAIL, dopo aver valutato positivamente la documentazione prodotta dal Comune sui lavori eseguiti allo stadio ha svolto un sopralluogo per accertare l’idoneità degli stessi.

Nel corso del sopralluogo si è avuto modo di verificare gli interventi effettuati, fra i quali la sala GOS, il relativo sistema di videosorveglianza, la manutenzione ordinaria dell’impianto elettrico compresa la sostituzione dei gruppi UPS, la sostituzione di alcuni fari delle torri di illuminazione, l’adeguamento dell’impianto antincendio e di rilevazione incendi, la riparazione dei cancelli e la ristrutturazione dei servizi igienici.

Per la verifica delle condizioni di sicurezza, di agibilità e di igiene dell’impianto sportivo la Commissione ha iniziato a riunirsi da luglio, convocandosi anche il 13 agosto. Da subito i rappresentanti del Comune di Messina hanno espresso ampia disponibilità ad effettuare i lavori necessari per rendere agibile lo stadio per un pubblico di 6900 spettatori, attualmente ridotto al 25% , visto il permanere della Sicilia in zona gialla.

Il percorso intrapreso è un percorso virtuoso che con l’impegno di tutte le componenti, comprese le società calcistiche e gli stessi tifosi, porterà sicuramente ad una maggiore fruizione dello stadio.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook