Martedì, 21 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società Spiagge dell'anno: Capo d'Orlando, "Perla del Tirreno" a perdita d'occhio, a portata di mano

Spiagge dell'anno: Capo d'Orlando, "Perla del Tirreno" a perdita d'occhio, a portata di mano

Capo d'Orlando non ha bisogno di presentazioni. Per la quarta tappa del viaggio che porterà i lettori di Gazzetta del Sud a spasso tra le spiagge più belle della provincia di Messina, attraverso quel giro del mondo marino che a fine estate eleggerà la più bella del 2021...parlano le immagini.

Clicca qui per votare

A perdita d'occhio, a portata di mano

Come entrare in un quadro, in cui la cornice è essa stessa l'anima del dipinto.
Un panorama che s'incurva per poi allinearsi a quel confine senza confine che è l'orizzonte sagomato d'isole (le Eolie sono a 13 miglia nautiche) che da lì sembrano potersi toccare. Un soggetto cristallino, un "periodo blu" disteso sulla spiaggia (lunga 13 km), ricamato di lidi, che approda nel suo porto (ampliato nel 2016 e votato come il quarto più bello d’Italia)… sicuro.

La perla del Tirreno

Il contesto è quello naturale dei Nebrodi. Gli itinerari escursionistici spinti sui monti da cui Capo d'Orlando stessa origina, il centro a pochi passi e le vie dello shopping raggiungibili a piedi. Dall'alba, che illumina lo sguardo fino a Messina. Al tramonto, quando il sole cala verso la rocca di Cefalù. E oltre, lungo serate e notti fino al mattino.
Clicca qui per votare

Servizi, pulizia, ristorazione, paesaggio

Sono i 4 parametri sulla base dei quali voi, nostri lettori, potrete votare Capo d'Orlando come preferita sul sito Gazzettadelsud.it. Lo stato dell’arte lo delinea il sindaco, Franco Ingrillì.  “Il servizio di pulizia spiagge (integrato col sistema di raccolta differenziata), nostro fiore all’occhiello, è sostenuto da un progetto che impegna i fruitori del reddito di cittadinanza. Mare limpido, docce libere. Un litorale attrezzato con corridoi per l’accessibilità ai disabili”. Quindi i progetti. “Dal parcheggio multipiano che, decongestionando il traffico del lungomare, farebbe crescere il numero dei locali. Naturalmente corredato da mobilità pubblica (un trenino che unisce il centro alla periferia già c’è)”. E ancora, “la realizzazione del nuovo impianto di depurazione: oltre alla bandiera blu del porto, puntiamo a sventolarla anche per la spiaggia già dal prossimo anno”.

Turismo a gonfie vele

Dalla Sicilia, al nord Europa, passando per tutta Italia, si può incontrare chiunque. Fabrizio, turista romano “di ritorno”, la sceglie “per il pesce fresco servito in acqua, per lo spettacolo che offre”.  Per l’ex assessore oggi operatore turistico Rosario Milone, “coi Nebrodi dietro e le Eolie a mezz’ora: Capo d’Orlando si trova al centro di tutto, è per tutti, la più bella tra le belle”.

Clicca qui per votare

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook