Martedì, 20 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Video Società La religione al tempo del Coronavirus, Milazzo e il giorno del "Santu Patri"

La religione al tempo del Coronavirus, Milazzo e il giorno del "Santu Patri"

Nel giorno della festa di San Francesco, per la prima volta nella storia, le celebrazioni hanno avuto un epilogo diverso. Niente riti religiosi, ma alla fine si è riusciti a spostare la statua del Santo dalla sua sede naturale per portarla all’esterno del Santuario a lui dedicato al Borgo, sistemandola rivolta verso la città ed il mare.

Quasi contemporaneamente la preghiera dei fedeli, da casa e - a sorpresa - l’arrivo dei rimorchiatori dal porto proprio nello specchio d’acqua antistante il Santuario per la benedizione del sacerdote alla presenza del sindaco Formica e di alcuni assessori.

Un giorno che a Milazzo è particolarmente sentito il 2 di aprile. È il giorno del "Santu Patri". In un momento molto particolare come quello che stiamo vivendo, anche la fede è di grande aiuto.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook