Giovedì, 02 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Messina, De Luca: "Ars conferma 85 milioni per la città"

Messina, De Luca: "Ars conferma 85 milioni per la città"

Il Parlamento siciliano conferma i 400 milioni di euro per Messina e altri Comuni siciliani. Grazie al governo ed al parlamento regionale. Quando ero all’Ars ho fatto la ‘guerra’, nell’aprile 2018, per redigere e far approvare l’art. 99 della legge di stabilità siciliana e lo Stato ci ha bloccato i fondi impugnando questa norma innanzi alla Corte Costituzionale che il 10 aprile scorso ha dato ragione a me ed alla regione siciliana. Gli 85 milioni destinati alla città di Messina saranno così ripartiti: 40 milioni per le baracche; 25 milioni per bonificare area ex Sanderson; 20 milioni per emergenza idrica”.

Il sindaco di Messina Cateno De Luca, in diretta sulla pagina Facebook della Gazzetta del Sud, nel consueto appuntamento per affrontare i temi che riguardano la città.

"Abbiamo il termometro della situazione: al mio indirizzo arrivano messaggi di richiesta di aiuti, grida di dolore, disperazione. Sono per me ferite che sanguinano quotidianamente. Soprattutto di fronte ad azioni che non ritengo incardinate nel giusto binario. Mi indigno poi, reagisco e cerco di fare ben oltre le mie competenze, per le quali vengo rimproverato", ha detto De Luca.

"Al via la piattaforma per poter ottenere il rimborso delle bollette. Ci può essere qualche problema iniziale: i tecnici stanno interagendo in tempo reale con chi sta facendo istanza. Stiamo testando la piattaforma, i cittadini devono stare tranquilli, stiamo risolvendo le anomalie che stanno emergendo. Sono state inserite oltre 600 domande: c'è quindi una richiesta", ha detto il sindaco.

"La Santelli ha fatto un'ordinanza, si è presa una responsabilità che probabilmente è illegittima, ma lo ha fatto per reagire ad un'azione indegna che il nostro territorio non può pagare. Noi siamo stati bravi, abbiamo tenuto la gente a casa. Un'emergenza tenuta con responsabilità", ha sottolineato De Luca.

"Dobbiamo convinvere con questa porcheria di virus, Conte dica quali sono le condizioni da rispettare secondo la tipologia merceologica. Dite ai sindaci cosa fare con le spiagge. Vorrei iniziare a pulirle. Vorrei organizzarmi e consentire ad un'economia di Messina fatta da centinaia di B&b di poter organizzare quello che è l'unico collante attrattivo: il mare", ha aggiunto il sindaco De Luca.

"Dopo un ampio confronto, siamo al terzo, con i rappresentanti delle partite Iva abbiamo concordato di vederci martedì 5 maggio alle 15 nel salone della bandiere del Palazzo Municipale per definire le azioni ed io sostegno economico che il Comune potrà garantire al sistema delle piccole imprese. Purtroppo la maggior parte delle misure richiedono una espressa autorizzazione dello Stato, nonostante noi abbiamo già individuato le risorse e formuleremo apposita istanza per poter procedere con le nostre risorse", ha detto De Luca.

 

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook