Lunedì, 03 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Messina, sospesa la licenza al M'Ama: le immagini della rissa. IL VIDEO

Messina, sospesa la licenza al M'Ama: le immagini della rissa. IL VIDEO

Dopo l’accoltellamento di fine agosto, che poteva trasformarsi in tragedia, c’è stata anche una rissa la notte tra sabato e domenica scorsi. S’è alzato troppo quindi il livello di pericolo per i frequentatori, tanti, di queste calde serate estive.
Così il questore Gabriella Ioppolo dopo aver fatto il punto della situazione ha firmato un provvedimento di sospensione della licenza per tenere “trattenimenti danzanti” nei confronti del lido-discoteca “M’Ama” di Grotte. Come lido balneare e come bar la struttura può continuare ad operare.
Il questore ha adottato nei confronti del noto locale della riviera nord il provvedimento previsto dall’art. 100 del Testo unico di Pubblica sicurezza, con cui si decide la misura di pubblica sicurezza della sospensione della licenza, che può intervenire in più casi: di “tumulti o gravi disordini”, oppure “qualora il locale sia abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose” o, comunque, se il comportamento costituisca “un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume o per la sicurezza dei cittadini”.
È probabilmente l’ultimo profilo quello considerato dalla Ioppolo, cioé la sicurezza e l’incolumità dei tanti ragazzi che in queste sere si sono riversati all’interno e all’esterno del “M’Ama”.
Due gli episodi considerati gravi che hanno spinto a questa decisione il questore Ioppolo. La notte del 28 agosto si è verificato un accoltellamento con l’intervento dei carabinieri, mentre le Volanti sono intervenute nella notte tra sabato e domenica scorsi all’interno per sedare una rissa che era iniziata all’interno del locale e poi era proseguita, mettendo in pericolo tutti i clienti della grande struttura ricettiva. Nelle immagini si vedono due uomini scontrarsi, con uno che viene più volte colpito prima di darsi alla fuga e chiedere aiuto mentre l'altro viene portato via da alcune donne.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook