Martedì, 22 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca Ospedale Papardo: la Cisl Messina chiede incontro urgente

Ospedale Papardo: la Cisl Messina chiede incontro urgente

I sindacalisti Alibrandi, Bicchieri e De Luca: «C’è stata un’apertura, vogliamo capire a che punto sono le trattative, ma continuiamo a lavorare perché l’obiettivo è quello di tutelare lavoratori e servizi della struttura»

Un incontro urgente per affrontare tutte le problematiche emerse nella riunione della Commissione Sanità dell’Ars dello scorso 1 giugno. A chiederlo, alla direzione dell’Ospedale Papardo, è la Cisl Messina con le federazioni della Funzione Pubblica e dei Medici. Per il segretario generale Antonino Alibrandi e i segretari di categoria Giovanna Bicchieri e Gianplacido De Luca, è necessario affrontare i temi della riduzione dell’offerta sanitaria, della qualità dell’assistenza, dei livelli occupazionali scaturiti dalla bocciatura della proposta della pianta organica e dalla riduzione del finanziamento da parte dell’Assessorato regionale alla Salute.

«Nonostante ciò che è avvenuto durante la videoconferenza con la Commissione Sanità dell’Ars – affermano i sindacalisti della Cisl – in quella occasione avevamo riscontrato un’apertura per una risoluzione positiva della vicenda. L’obiettivo a cui lavoriamo da giorni spendendo tutte le nostre energie è quello della tutela dei lavoratori, della struttura e dei servizi del Papardo. Vorremmo capire – aggiungono Alibrandi, Bicchieri e De Luca - come è andato l’incontro tra i dirigenti dell’Ospedale e dell’Assessorato regionale per continuare a lavorare alla risoluzione del problema. In questo momento occorre unire tutti per raggiungere un obiettivo comune, per questo siamo convinti che se c’è unità di intenti ed un fronte comune, compresa tutta la deputazione regionale e il management del Papardo, siamo fiduciosi che si può risolvere il problema. Ma questo – concludono - non vuole dire che abbassiamo la guardia, anzi siamo sempre più attenti affinché si arrivi ad una soluzione positiva».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook