Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Video Cronaca "Deportazione" dei cani fuori da Messina, protesta degli animalisti davanti al Comune

"Deportazione" dei cani fuori da Messina, protesta degli animalisti davanti al Comune

Una protesta composta ma animata: associazioni animaliste, volontari che operano nei canili comunali e semplici cittadini si sono riuniti questa mattina in piazza Unione Europea, a Messina, per chiedere la revoca del "bando deportazione" in scadenza domani.

Hanno voluto far sentire chiaramente la loro voce e quella di animali che da anni vivono in queste strutture e vengono accuditi gratuitamente, grazie alle offerte di tanti benefattori. I partecipanti al sit-in denunciano di non essere mai stati ascoltati, nonostante i loro sforzi e le conoscenze acquisite, inoltre affermano che la soluzione di un affidamento biennale della gestione di oltre 480 cani, non risolverebbe il problema, perché nuovi randagi non troverebbero posto in queste graduatorie e finirebbero sempre "a carico" dei volontari.

Insomma servirebbe un piano condiviso e concordato, oltre a strutture adeguate, ma l'amministrazione, nonostante il ritiro di due precedenti procedure, sembra stavolta decisa ad andare sino in fondo.

Nel video Altea e Lara, due operatrici volontarie del Rifugio Don Blasco

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook