Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Spranghe e fumogeni agli imbarcaderi di Messina: il video degli scontri tra ultras

Le immagini degli scontri avvenuti a Messina tra ultras del Bari e quelli giallorossi il 21 ottobre e il 4 novembre scorsi nell’area degli imbarchi della società Caronte & Tourist. Sono 5 i tifosi baresi nei confronti dei quali è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari da parte della polizia a Bari e Ancona sono Roberto Conese, 33 anni, Cristiano Ladisi, 36, Nicola Sibillani, 25, Vitangelo Spizzico, 35 e Marco Atzori, 26.

Sono accusati a vario titolo di interruzione di pubblico servizio, lancio e possesso
di materiale e oggetti contundenti, lesioni personali, danneggiamento, interruzione di pubblico servizio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. A casa di Atzori gli agenti hanno trovato un chilogrammo di hashish, una pistola giocattolo, tre proiettili e un’asta utilizzata negli scontri. L’uomo è stato quindi arrestato anche per spaccio di droga.

Nei due episodi contestati diciotto altri tifosi, 3 dei quali del Messina, sono indagati e 8 sono stati colpiti da Daspo. «Si tratta di episodi di di guerriglia urbana - ha detto il procuratore aggiunto di Messina Vito Di Giorgio - dove spesso sono stati coinvolti cittadini e forze di polizia. Il messaggio che deve passare è che chi si renderà colpevole di episodi di tale gravità tra i tifosi sarà punito duramente».

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook