Mercoledì, 19 Settembre 2018

Le Porte Sante a Messina e provincia

«Un’occasione preziosa per tutti i credenti ma anche per chi, laicamente, con la mente libera da pregiudizi, è in un cammino di ricerca». Così l’amministratore apostolico di Messina, mons. Antonino Raspanti, ha annunciato l’inizio dell’Anno Giubilare della Misericordia anche in riva allo Stretto. L’inaugurazione avverrà il 13 dicembre a Messina, allorchè alle 10 la comunità si ritroverà nella Concattedrale dell’Archimandritato del Santissimo Salvatore per poi andare in processione verso il Duomo, lì dove avrà luogo il solenne rito di apertura della Porta della Misericordia.

Il 14 dicembre il Giubileo si aprirà ufficialmente anche nella zona tirrenica, con la cerimonia prevista nel pomeriggio a Santa Lucia del Mela, la cui Concattedrale è uno dei luoghi scelti dall’Arcidiocesi come simbolo di questo Anno straordinario. Le altre due chiese prescelte, assieme alla Cattedrale di Messina e alla Concattedrale di Santa Lucia del Mela, sono la Concattedrale di Lipari (15 dicembre) e il Duomo di Taormina (16 dicembre).

Il Papa ha affidato a ogni vescovo la possibilità di stabilire altri luoghi sacri dove ricevere il dono dell’indulgenza giubilare. Mons. Raspanti ha decretato che nei tempi forti dell’Avvento e della Quaresima sarà possibile recarsi nel Santuario di Sant’Antonio. Inoltre, nel giorno della festa dei Santi a cui sono intitolati chiese e santuari, e durante l’eventuale triduo o novena, sarà possibile ricevere l’indulgenza giubilare anche al Santuario di Santa Maria di Montalto, a Dinnammare, al Santuario di Lourdes, al Tempio di San Francesco all’Immacolata, alla chiesa di San Nicolò di Zafferia, alla chiesa di Montevergine. Nel versante tirrenico, a Montalbano, Barcellona (Santuario Santa Maria del Carmelo), Milazzo (San Francesco di Paola), Santa Lucia del Mela (S. Maria della Neve), Calvaruso; nel versante ionico, a Moio Alcantara, Mongiuffi e Santa Teresa di Riva; alle Isole Eolie, al santuario di Santa Maria del Terzito a Salina.

E anche a Patti, come riferisce il corrispondente Gabriele Villa, sarà celebrato il rito dell’apertura della Porta Santa alla Concattedrale dei Santi Martiri del XX secolo di contrada San Giovanni, con la solenne cerimonia presieduta dal vescovo Ignazio Zambito. A questa seguiranno sei celebrazioni giubilari nei Vicariati, che si concluderanno con l’apertura della Porta Santa nel Santuario di Tindari il 19 dicembre.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook