Martedì, 17 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Giro d'Italia, a Messina vince Demare. Nibali in lacrime: "A fine stagione chiudo la carriera" LE FOTO

Giro d'Italia, a Messina vince Demare. Nibali in lacrime: "A fine stagione chiudo la carriera" LE FOTO

Arnaud Demare vince la quinta tappa del Giro d’Italia 2022, la Catania-Messina di 174 chilometri. Il francese della Groupama-FDJ si impone in volata davanti al colombiano Fernando Gaviria (UAE Team Emirates) e all’azzurro Giacomo Nizzolo (Israel-Premier Tech Pro Cycling). In top-10 anche gli italiani Alberto Dainese, settimo, e Simone Consonni, decimo. Lo spagnolo Juan Pedro Lopez Perez (Trek-Segafredo) mantiene la maglia rosa di leader della classifica generale. Domani appuntamento con la settima frazione, la Palmi-Scalea (Riviera dei Cedri) di 192 chilometri. Una tappa bellissima che ha regalato emozioni e scorci di straordinaria bellezza.

Ma a tenere banco alla fine della gara sono le parole di Vincenzo Nibali, lo Squalo dello Stretto, che annuncia il ritiro a fine stagione. “Ho scelto la mia gente la mia città per annunciare che questo è il mio ultimo Giro e che con ogni probabilità a fine lascerò l’attività agonistica. Qui è dove tutto è iniziato, qui è giusto che si chiuda un percorso che mi ha dato tanto. Ho aspettato che il Giro tornasse a Messina per comunicare che questo sarà il mio ultimo da professionista. Ho dato tanto a questo sport, adesso è giusto che mi riprenda un poco del tempo che ho tolto alla mia famiglia, ai miei genitori, agli amici per darlo alle due ruote". Tanta emozioni, anche le lacrime dopo il video celebrativo dedicato allo Squalo dalla Rai per raccontare i diciotto anni da professionista di Nibali.

Nibali, che compirà 38 anni a novembre, ha vinto in 18 anni di carriera due volte il Giro d’Italia e una il Tour de France e la Vuelta. «Ho raccolto davvero tantissimo nella mia carriera, ho cercato di fare il meglio fino ad ora - ha detto ancora -. Sono emozionato, qui è iniziata la mia storia, con le prime corse in Sicilia, che poi ho lasciato a 15 anni. Forse è arrivato il momento di poter restituire un po' quello che ho sottratto alla famiglia, agli amici, a tutto quello che ho sacrificato per le due ruote».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook