Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Francesco, ricercatore messinese, e i suoi tour nel Metaverso

Francesco, ricercatore messinese, e i suoi tour nel Metaverso

di

«Abbiamo creato un metodo per aumentare il coinvolgimento degli utenti , che possono scoprire il patrimonio enogastronomico italiano da remoto, ovunque essi siano, in maniera molto più immersiva, anticipando o rivivendo le esperienze e i sapori provati sul territorio: è questa la nostra idea di neverending tourism. Una vacanza che potenzialmente non termina mai». Si chiama Loft Italy la prima azienda italiana a portare il turismo enogastronomico nel metaverso. E grazie a un virtual store accessibile tramite Oculus, le eccellenze enogastronomiche del Belpaese sono acquistabili direttamente dal metaverso dagli ospiti delle case vacanze della community.

A idearlo il giovane messinese, anzi spadaforese, Francesco Pio Merlino, ex ricercatore, classe 1989, che ha mosso i primi passi all’università di Messina laureandosi in Scienze chimiche. E poi ha deciso di fare un biglietto per il Nord, quando si è reso conto che fuori avrebbe potuto trovare – ahinoi, come spesso accade – maggiori opportunità: « Dopo la laurea – racconta Francesco – ero impegnato in progetti di ricerca inerenti la tracciabilità alimentare, ma come lavoro secondario gestivo case vacanza a Milano e Courmayeur. Con il tempo ho acquisito altri immobili ed è diventato il mio lavoro principale. Durante il lockdown ricevevo messaggi da turisti nostalgici dell’Italia, che avrebbero volentieri riassaporato i prodotti gustati durante le vacanze in Italia. Così è nata l’idea di “Loft Italy”, ovvero una community di host di case vacanze selezionate che commercializza prodotti alimentari Made in Italy e esperienze enogastronomiche ai propri ospiti attraverso una piattaforma software proprietaria».

Nel virtual store il cibo è il protagonista assoluto e il visitatore può muoversi all’interno di uno spazio del tutto immaginario interagendo con i prodotti. Basta un semplice gesto e le immagini si animano, fornendo informazioni sul processo di produzione e le attività proposte, con pannelli e video in 2D. Ed è possibile riempire il carrello o la valigia cliccando sul pannello “Buy Now” posto accanto al prodotto, senza bisogno di uscire dal metaverso e interrompere la navigazione. «Si tratta – continua il giovane – di un’esperienza immersiva a 360 gradi, dove l’utente naviga tra le eccellenze del made in Italy distribuite sui diversi piani dello store e ascolta le storie che queste hanno da raccontare, scoprendo il valore dei diversi processi produttivi e la qualità delle materie prime. I prodotti alimentari non vengono più percepiti come semplici alimenti da consumare, quindi, ma come vere e proprie opere d’arte realizzate con maestria da sapienti artigiani».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Messina 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook