Domenica, 27 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Messina, due mostre che raccontano la comunicazione. Oggi alle 18 al Teatro

Messina, due mostre che raccontano la comunicazione. Oggi alle 18 al Teatro

di

Oggi nel foyer del Teatro Vittorio Emanuele sarà aperta, alle 18, un’esposizione speciale legata alla celebrazione dei 50 anni della Fondazione Bonino-Pulejo e dei 70 anni della Gazzetta del Sud, il nostro quotidiano che, attraverso un ininterrotto impegno, ha scandito la narrazione della città di Messina, della Sicilia e della Calabria, tra “il lutto e la luce”, espressione con cui Gesualdo Bufalino indicava, più in generale, il profilo duale della storia e cultura della nostra Isola e del Sud.
Ed è attorno al tema della scrittura come comunicazione, che sono state ideate le due mostre: “La comunicazione e le sue forme nell’arte” curata dal Museo regionale di Messina e “Filatelia e comunicazione” curata dal Circolo Filatelico Peloritano di Messina. L’esposizione, realizzata dalla Fondazione e co-organizzata con il Teatro Vittorio Emanuele e il Museo Regionale, sarà visitabile, a partire da domani fino a sabato 16, tutti i giorni ad esclusione di mercoledì 13, la serata dedicata all’evento al quale prenderà parte il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Viaggio nella storia del MuMe

La mostra del MuMe è un viaggio tra arte e storia nelle collezioni del Museo; un itinerario ricco di suggestioni attraverso 80 reperti selezionati, di epoche e materiali diversi; antologie con cui poter leggere il patrimonio messinese da un’ affascinante e peculiare prospettiva. Il progetto espositivo si snoda attraverso tre settori: le Iscrizioni antiche medievali con 56 reperti, di cui 51 iscrizioni antiche e 5 iscrizioni medievali; l’Editoria antica di libri e documenti con 20 elementi tra bandi, dispacci e stampa periodica; il settore storico artistico, con focus tematico sull’iconografia della Lettera della Madonna con otto opere d’arte, di cui cinque dipinti, un disegno, una cornice di cartagloria e la Lettera della Madonna in cinese del XVII secolo. La direzione del progetto espositivo è del direttore del MuMe Orazio Micali, il coordinamento è di Marisa Mercurio, la cura scientifica e i testi di Agostino Giuliano, Alessandra Migliorato, Antonella Piazza, Donatella Spagnolo, Francesca Valbruzzi. Progetto e allestimento sono di Irene Ruggeri e Daniele Guarnera; i restauri di Giovanna Farsaci . Collaborazioni di Giovanna Famà e Rina Stracuzzi . Movimentazione e accrochage: Salvatore La Rosa, Santino Triboto, Francesco Veneziano.

Esposizione di filatelia tematica

La seconda mostra “Filatelia e comunicazione” è un’esposizione di filatelia tematica “Peloro 2022” organizzata dal Circolo Filatelico Peloritano (fondato il 29 dicembre 1978 e socio della Federazione italiana fra le Società Filateliche italiane) che prevede collateralmente, nel corso della mattinata di mercoledì 13, due annulli figurati che saranno apposti su altrettante cartoline commemorative degli anniversari, per cui sarà in funzione un Ufficio speciale distaccato di Poste Italiane. La selezione riguarda i francobolli, Intercultura emesso nel 2005 e Antiche macchine da scrivere nel 2008 e nel 2020, valori bollati reperiti attraverso un’ accurata ricerca tra le scorte. Saranno esposte e selezionate dai soci, quattordici collezioni di filatelia tematica (che rappresenta un settore del collezionismo), suddivise in due settori : “Informazione e personaggi celebri messinesi” e “Il francobollo, genesi e cultura”.

La raccolta di Giorgianni

Di particolare interesse anche per la connessione con il tema dell’evento, è la raccolta “Il giornale” di Cesare Giorgianni, premiata in prestigiose esposizioni nazionali come il Romafil 2008, Romafil 2010, Vastophil 2012 e con la medaglia di argento grande all’Esposizione Internazionale Portugal 2010 di Lisbona. Questa collezione descrive il mondo del giornale dall’organizzazione necessaria per la produzione, passando attraverso le varie fasi dell’evoluzione tecnica delle macchine da stampa e dei supporti redazionali. Illustra la struttura delle redazioni, riporta una rassegna di quotidiani e periodici, per concludersi con il ricordo della mitica figura dello “strillone” , comunicatore per eccellenza, figura di diffusione di informazioni e notizie presso un pubblico sempre più vasto, tra diversi strati della popolazione . In questo ambito è esposto un pezzo particolare, il primo francobollo per giornale, Lombardo- Veneto 1853, chiamato Testa di Mercurio; un pezzo unico, e, inoltre, emesso su un giornale manoscritto, bollettino tra commercianti tedeschi.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook