Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Ex ospedale militare di Messina, un’area così poco conosciuta che nasconde tesori preziosi FOTO

Ex ospedale militare di Messina, un’area così poco conosciuta che nasconde tesori preziosi FOTO

di

Un tiepido sole ha baciato i visitatori che ieri, grazie alle “Giornate Fai d’Autunno” hanno potuto apprezzare per la prima volta il Dipartimento di Medicina legale (ex Ospedale militare) di viale Europa che in questi mesi è stato e continua a essere l’hub vaccinale più frequentato dai messinesi. Un’apertura insolita ma ricca di grande fascino che consente agli amanti della Storia di scoprire cimeli custoditi all’interno del Dipartimento militare e di visitare per la prima volta un rifugio antiaereo. Quest’anno, infatti, in occasione dei 100 anni della traslazione del Milite ignoto, grazie ad un accordo con la direzione generale del Fondo Ambiente italiano, lo stato maggiore dell’Esercito ha deciso di aprire al pubblico, in via del tutto eccezionale, alcuni siti militari. Un’edizione importante che taglia il traguardo dei dieci anni e che nel tempo ha consentito a migliaia di italiani di scoprire tante bellezze inedite del patrimonio artistico e naturale del nostro paese. A Messina anche oggi, dalle 9,30 alle 13, sarà possibile vivere un “abbraccio” collettivo tra i visitatori e l’ambiente che li circonda, prodigo di storia e natura grazie alla delegazione Fai di Messina, guidata dalla capo-delegazione Giulia Miloro e al Gruppo Fai Giovani Messina con il capogruppo Giuseppe Bonaccorsi che con il consueto entusiasmo guidano i visitatori alla scoperta di luoghi solitamente inaccessibili o poco noti. Ad affiancarli anche una ventina di studenti dell’Istituto “Renato Guttuso” di Milazzo, nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Messina

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook