Sabato, 23 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Da San Pier Niceto a Long Island, la storia di Mr Lamborghini e l'amore per le auto: chi è Nastasi

Da San Pier Niceto a Long Island, la storia di Mr Lamborghini e l'amore per le auto: chi è Nastasi

di

Sampietrese doc, classe 1948, a mister Joe Nastasi la passione per i motori scorre da sempre nelle vene. Con dedizione si è costruito una grande fortuna. Da diversi anni, ha anche allestito un museo privato a Long Island a New York dove sono esposte circa 50 vetture di lusso e d'epoca tra cui Ferrari, Lamborghini, Ford e Alfa Romeo da corsa.

Mister Nastasi, già molto conosciuto in America, va alla ribalta della cronaca quando, di recente, alcuni importanti imprenditori di New York puntano gli occhi sulla sua proprietà, con l'intento di acquistarla per costruire un grattacielo proprio nell'area che ospita la prestigiosa collezione. Formulano, quindi, una consistente offerta economica pur di acquisire i locali del museo. Ma Joe Nastasi - che si trova al momento a San Pier Niceto - rifiuta l'offerta pur di conservare quei luoghi che rappresentano l'emblema del suo lavoro e dei suoi successi. Vende quindi l'area sovrastante, ma mantiene la proprietà del museo che, gratuitamente, fa visitare a tutti gli appassionati di motori.

Negli anni, Nastasi ha costruito una fitta rete di amicizie importanti tra cui il pilota di Formula 1 Daniel Ricciardo, mentre da giovane ha corso in Formula 2 con Paul Newman, con il quale aveva stretto un forte legame. La sua è stata una straordinaria avventura iniziata dal centro tirrenico di San Pier Niceto. I primi lavori, poi, a Milazzo e da giovanissimo il trasferimento in America. Diventa, inoltre, consulente della scuderia di Sant'Agata Bolognese prima, della Chrysler dopo e incassa un contratto milionario con la cessione della Lamborghini al gruppo statunitense. In Usa, inizia un'ascesa formidabile che lo vede raggiungere traguardi notevoli e chiudere contratti con importanti aziende. Oggi, Joe Nastasi vive tra San Pier Niceto e Long Island. Non ha mai rinnegato le sue origini anzi, spesso, espone alcuni dei suoi modelli d'epoca anche in paese.

La storia

Classe 1948, già da adolescente aveva la passione per i motori e trovò lavoro come apprendista in un'officina. Anno dopo anno, si appassionò all’elaborazione dei motori per le competizioni automobilistiche (piccola e media cilindrata). Nel frattempo, ci fu anche un’esperienza nella Banda Musicale della Marina: un periodo in cui conobbe una ragazza americana di nome Linda, che poi diventerà sua moglie (poi ex). Insieme a lei si trasferì a Brooklyn con la possibilità di tornare in Sicilia, qualora le cose non fossero andate bene. Giuseppe Nastasi, diventato Joe, cominciò la sua esperienza con una concessionaria Fiat, quindi si spostò a Manhattan, lavorando alla “Modena Sports Cars“.

Joe Nastasi fondò in soli due anni la sua ditta a Brooklyn, con il nome di “Milazzo Racing Car Corporation“. Periodicamente tornava in Italia, per comprare Ferrari e Maserati usate. La Lamborghini gli offrì la distribuzione delle auto nel mercato americano. Circa il 50% delle  Lamborghini vendute in America usciva dalle concessionarie di Nastasi, diventato così Mr. Lamborghini.

 

 

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook